Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Biografia di Cristina Polli [ sito web ]

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 981 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun May 24 22:30:00 UTC+0200 2020

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 

Sono nata a Terracina e confesso che tante volte mi piacerebbe tornarci a vivere anche solo per le lunghe passeggiate invernali sulla spiaggia di ponente. Per molte ragioni sto bene a Roma, la città in cui abito ormai dagli anni degli studi con qualche soluzione di continuità. Insegno in una scuola primaria e apprezzo la complessità della mia esistenza perché attraverso di essa ho imparato a non dare mai niente per scontato.

Mi sono avvicinata alla poesia pochi anni fa iniziando a scrivere versi in un momento di riavvicinamento a me stessa che ho scoperto essere un riavvicinamento all’essenza del mondo, delle cose, dell’Altro. Ho inserito proprio oggi, 25 novembre, una mia poesia su questo sito, perché essere donna  - attraversare la vita come donna-  è un nodo fondamentale della mia esperienza, una verità che si è rivelata anch’essa da non molto, accolta in un presente dove il sognato ha preso forma di realtà.

Mi affascina un detto buddista: “Alla fine solo tre cose contano: quanto hai amato, come gentilemente hai vissuto e con quanta grazia hai lasciato andare ciò che non era destinato a te.”

Mi rappresenta la frase di Krishnamurti: “ La più alta forma di intelligenza è la capacità di osservare senza giudicare.” . Che non significa derogare al dovere di esprimersi quando l’etica chiama.

Pubblico i miei scritti, prevalentemente poesie, sul mio blog http://cristina-polli.blogspot.it/ ed è possibile trovare delle mie riflessioni su http://www.filosofipercaso.it/ ,  inoltre sono presente nei Quaderni di Èrato IV, V e VI, ebook, scaricabili gratuitamente, curati dal blog http://lapresenzadierato.com/ .

 


 

 Dialoga con Cristina Polli / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

Nessun commento lasciato