Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Biografia di Francesco Sassetto

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 186 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon May 13 08:02:00 UTC+0200 2019

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 

È nato il 13 giugno 1961 a Venezia, dove vive e risiede. Laureato in Lettere nel 1987 presso l'Università di Ca' Foscari con una tesi sul commento trecentesco di Francesco da Buti alla "Commedia" di Dante, pubblicata nel 1993 dall'editore "Il Cardo" di Venezia, ha conseguito nel 1998 il titolo di dottore di ricerca in "Filologia e tecniche dell'interpretazione" con una tesi sulla circolazione delle opere dantesche nel Quattrocento italiano. Svolge attività di ricerca e critica letteraria in collaborazione con la Facoltà di Lettere di Venezia. Insegna dal 1988 Materie Letterarie negli Istituti superiori statali.

Ha coltivato fin dalla giovinezza l'amore per la poesia, scrivendo componimenti - ripensati e rivisti più volte nel corso degli anni - in lingua e in dialetto veneziano dove cerca di esprimere una visione pensosa e malinconica della condizione umana, in un linguaggio che spesso attinge motivi, suggestioni e immagini dall'ambiente veneziano, soprattutto nella sua dimensione invernale e notturna che gli trasmette un sentimento di vuoto e di abbandono, di irrimediabile solitudine di uomini e cose, diventando, nelle sue liriche, dolorosa metafora esistenziale.
Ha iniziato solo negli ultimi anni a togliere dal cassetto i suoi versi ed a presentarli - pur non sentendosi affatto "poeta" - in pubblico, partecipando a Concorsi locali e nazionali di Poesia con esiti lusinghieri.
Alcune sue liriche, in italiano e in veneziano, sono state premiate nell'edizione del 1995 del "Premio Poesia Mestre", in quelle del 1998, 1999 e 2001 del "Premio di Poesia 'Renato Nardi'" di Venezia, nell'edizione del 2000 del "Premio di Poesia 'Walter Tobagi'" di Venezia; una breve silloge in lingua è stata segnalata nell'edizione del 2001 del "Premio letterario 'Leone di Muggia'" di Trieste. Si è classificato quarto al "Premio nazionale di Poesia 'Age Bassi'" 2002 con la lirica "A mia madre" e 9° al "Premio nazionale di Poesia Poeti dell'Adda 2002" con la lirica "Da solo e in silenzio" Suoi componimenti sono stati pubblicati in varie antologie.

 


 

 Dialoga con Francesco Sassetto / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

1 :: Ivan Pozzoni - 15/02/2018 17:06:00
[ leggi altri commenti di Ivan Pozzoni » ]

Interessante!