Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
"Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Intervista a Sara Galeotti, I classificata sezione B: Racconto breve
 

Biografia di Luigi Maffezzoli [ sito web ]

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 2693 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 2 01:32:00 UTC+0200 2020

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 
Luigi Maffezzoli, sindacalista, poeta e narratore. Nato a Berna, e vissuto a Milano per molti anni, ora risiede in campagna, a due passi dal Ticino e dal Naviglio Grande. Ha pubblicato romanzi, racconti, raccolte di poesie. Nel 2010 ha presentato la silloge "Quanto manca al futuro?" che comprende trentuno nuove poesie, alcune intimistiche altre più a sfondo sociale Nel 2009 ha pubblicato il racconto Compagno Belzebù, storia di amicizia e morte, che riporta alle atmosfere degli anni '70, ai sogni, all'impegno ma anche alla violenza di quel periodo. Il libro fu presentato in un'indimenticabile serata alla Comuna Baires da Renzo Casali e dallo storico Attilio Mangano. Da oltre dieci anni fa parte del laboratorio di scrittura Circolo Pickwick, nel teatro della Comuna Baires di Milano, fondata da Renzo Casali, scrittore e regista teatrale, fondatore del gruppo di teatro Comuna Baires e della Scuola Europea di teatro e scrittura, purtroppo scomparso nello scorso aprile. A lui è dedicata la poesia "Aprile" presentata anche in questa pagina.
 

 Dialoga con Luigi Maffezzoli / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

1 :: Alba Mor Stabilini - 21/06/2012 16:40:00
[ leggi altri commenti di Alba Mor Stabilini » ]

Oggi ho letto il suo racconto breve intitolato "Radio libera" e mi è piaciuto moltissmo. Nello spazio di poche pagine lei è riuscito a trasmettere il senso di una lotta collettiva per il lavoro, le difficoltà, la passione, l’amicizia, l’amore, la morte. Inoltre l’ho trovato molto ben scritto.
Sono una scrittrice sconosciuta ai più, ho pubblicato nel 2009 un romanzo "L’ultima chance" ed è attualmente in commercio un racconto lungo "Dall’8 settembre 1943 al 25 aprile 1945. Le storie di Francesco e Pietro". Mi piacerebbe essere contattata da lei. Grazie.