Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Biografia di Oreste Villari [ sito web ]

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 2209 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Dec 4 18:35:00 UTC+0100 2019

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 

"La bellezza delle cose è nell’ordine che lo sguardo degli uomini sa dare alle cose" Maurizio Maggiani

Genovese di nascita, classe 1962, da sempre mi interesso alla civiltà contadina.

Ho cominciato ad esplorare l'Appennino che ho dietro alle spalle.
Successivamente le mie valli sono diventate quelle dell'arco alpino occidentale con un occhio particolare a quelle del cuneese: Grana, Maira e Varaita.
Una vera miniera di testimonianze.
Da tempo provo lo strano piacere di percorrere i sentieri che portano all'abbandono.
Nessuna strada, solo sentieri ed al loro capolinea, sfasciumi di case e di cose.

Fotografare è stata (ed è ancora) la mia passione ma con il tempo ho capito che la scrittura poteva essere un tentativo per riempire i vuoti di quell'abbandono.

Ecco come sono nati alcuni degli scritti che vado a proporre.
(pubblicati sul quindicinale "Il Caragliese" nel periodo 2002 - 2007 )



 

 Dialoga con Oreste Villari / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

3 :: Giuseppe Paolo Mazzarello - 18/02/2011 17:01:00
[ leggi altri commenti di Giuseppe Paolo Mazzarello » ]

Straordinaria è l’immagine sdoppiata, che sostituisce quella dell’Angelo della Morte. Verrebbe da dire : ’I’sono Oreste’ (Dante, Purg. XIII, 32) e vorrebbe dire che abbiamo imparato un pò di carità.

2 :: Oreste Villari - 03/02/2011 08:12:00
[ leggi altri commenti di Oreste Villari » ]

Hai ragione Mary, sono luoghi che suscitano emozioni. Pensarli e crearli in divina armonia, testimonia che è esistito un modo possibile di vivere in comunione con la natura. Cancellarne ogni traccia o ricordo, il compito di chi di fronte a queste testimonianze ha avuto paura.

1 :: Mary Casula - 25/01/2011 15:29:00
[ leggi altri commenti di Mary Casula » ]

...curioso, mi trovavo l’altro ieri sulla collina di Moncalvo (Monferrato), in una fredda giornata di sole, ho intravisto i luoghi che descrivi, grandi suggestioni, condivido. Grazie per il tuo commento.