chiudi | stampa

Raccolta di aforismi di Antonio Terracciano
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Prima di scrivere

Se prima di parlare bisognerebbe pensare due volte, prima di scrivere lo si dovrebbe fare venti volte.

*

Reddito di cittadinanza

Dare soldi a giovani che non fanno niente è un po' come sarebbe dare una bella ragazza ai vecchi (che con lei ormai non fanno niente) .

*

Vizi e virtł

La società borghese era quella dei vizi privati e delle pubbliche virtù. La società odierna è quella delle virtù private e dei pubblici vizi.

*

Pił e meno

Più leggo poesie, e meno mi viene la voglia di scriverne. Più pensavo all'amore, da giovane, e meno esso si concretizzava. Forse ci conviene pensare spesso alla morte, per procrastinarne l'arrivo.

*

Il cappotto

La religione è un pesante cappotto, del quale hanno bisogno, semmai, persone in età avanzata, che spesso sentono tanto freddo. E invece si costringono a indossarlo i ragazzini, che hanno quasi sempre caldo, e che con quell'indumento rischiano di soffocare.

*

Intelligenza e studio

L'intelligenza è come un corpo, e lo studio è come un vestito; gli estremi sono un bel corpo vestito bene e un brutto corpo vestito male, ma un bel corpo vestito male sarà sempre preferibile a un brutto corpo vestito bene.

*

Gli estremi

Siccome gli estremi si toccano sempre, fare commenti a tutte le poesie è come non averne fatto nessuno.