chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Piera Colombera
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Senza titolo

 

FINITA LA FESTA

S’ALLONTANA LA SCIA DI COLORI  LUNGO LA COSTA

S’INABISSA LA TENUE SPERANZA

E S’INDURISCE LO SGUARDO SUL GIORNO

CHE SI FA MUTO

MA POI LA NOTTE

RECLAMA QUELLO CHE HA PERSO.

 

                            

*

A un’amica

 

HO CERCATO UNA POESIA

CHE DICESSE DI TE

DELLA TERRA, DELLE MANI, DEI TUOI OCCHI

E DI COME SAI ALZARE IL VELO ALLE COSE

DELLO STUPORE NEL CONOSCERTI PIANO

COSI’ GRANDE, COSI’ FORTE,

VIVA E PULITA COME UNA PIETRA BRILLANTE.

OH, COME VORREI ESSERE POETA

PER SCRIVERLA IO QUESTA POESIA!

 

*

Senza titolo

 

CUORE GONFIO

COME NUVOLA DI PIOGGIA

CHE NON VUOLE SCIOGLIERSI

 

TESO  NELLA SUA PIENEZZA

GUARDA QUEL CIELO

DOVE C’E’ LA RISPOSTA.

 

E POI TRASCINARSI DI QUA E DI LA’

E ABBRACCIARE UN MURO, UN LIBRO, UN ANGOLO

COME UN RANDAGIO, COME UN ANGELO

ABBANDONATO DAL SUO DIO.

 

*

E quando

 

E QUANDO IL CUORE SI STRINGE

E ALLAGA DI SANGUE IL PETTO

E TU CHIUDI GLI OCCHI

E CERCHI IL RESPIRO LUNGO CHE NON VIENE

ALLORA TUTTO IL TUO ESSERE TI APPARTIENE.

 

*

Senza titolo

 

QUESTA SERA I MIEI OCCHI

PIU’ GRANDI, AZZURRI E BELLI

SONO VOLATI VIA.

SBATTEVANO INSIEME ALLE CIGLIA

ESTASIATI DAL GUSTO DI ESSERE LIBERI

E NELL’ARIA INCANTATA

HANNO RESPIRATO A LUNGO.

SULLA STRADA UN VOLTO SOLTANTO

CAMMINAVO PIANO SENZA PIU’ SGUARDO.

 

 

*

Senza titolo

 

CAMMINANDO INCONTRO ALLA SERA

SU UNA STRADA DI COLLINA

SENTO LA VOCE

DEGLI ALBERI, DEI GRILLI, DELL’ESTATE.

TUTTO INTORNO PARLA

E QUASI VORREI INOLTRARMI

IN UNA STRADINA LATERALE

CERCARE UNA TANA TRA L’ERBA

E DIVENTARE NATURA.

 

*

Senza titolo

 

AVETE VISTO PASSARE LA MIA OMBRA?

SI E’ STUFATA DI STARE CON ME

ORA LA CERCO PER CHIEDERLE DI TORNARE.

DA SOLA NON VIVO E NON SO DOVE ANDARE.

LEI SA TUTTO DI ME

SA NAVIGARE, PIANGERE E LOTTARE.

 

LA DEVO TROVARE.

FORSE E’ SEDUTA SU UNO SCALINO,

UN PRATO, UNA SPIAGGIA

O DAVANTI A UN BOSCO A GUARDARE.

GIURO CHE SE LA TROVO SARA’ LEI A GUIDARE.

HA FATTO BENE A SCAPPARE, IO LA PRENDEVO IN GIRO.

*

Senza titolo

LA NATURA MI CHIAMA

SULLA PORTA GUARDO IL CIELO,

MONTAGNE, ALBERI, VERDE

E NON C’E’ IL SOLE.

 

NUVOLE SCURE E CHIARE,

PRATI E STRADE BAGNATE,

FANGO. NESSUNO.

I GRILLI CANTANO.

 

CHE SUONO I GRILLI,

FERMATI AD ASCOLTARLI.

 

*

Senza titolo

VORREI PRENDERE

UN PEZZO DI QUESTO CIELO TURCHINO,

METTERLO IN TASCA

E GUARDARLO QUANDO SONO TRISTE.