Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1269 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Sep 11 03:48:05 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La ragazza scomparsa

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/05/2013 11:31:37

Peregrinando iniziando con la voce bassa dei Gerundi

l'espiazione nei conati di vomito e la pistola in tasca

e la lama in mano a caccia dei demoni del passato

dovrei pensare a correre tra questi vicoli

dove non si vedono più gatti da quando i ristoranti

sono diventati tutti cinesi: amo i luoghi comuni

e non credo alle coincidenze e ai miracoli e poi

quelle insegne al neon mi fanno male agli occhi

e io odio il dolore inoculato senza chiedere il permesso

occhiali scuri anche di notte nell'anno del dragone

concesso e non concesso che così io ci veda

seguo la pista della ragazza scomparsa

ho il fiuto di un cane da caccia e qui c'è una pista di sangue

l'ultima volta che l'hanno vista sbordellava da queste parti

nemmeno un tugurio dove portarsi i clienti

mi sento seguito mi manca l'aria mi slaccio la cravatta

mi volto e dietro di me due occhi rossi che mi fissano nell'ombra

-fatti avanti se cercavi qualcuno l'hai trovato-

si sposta nel cono di luce del lampione e lo identifico come un orientale

di corporatura media sul metro e settanta ha qualcosa in mano se è una pistola sono fottuto guardo meglio è una spada meno male.

-ispettore non dovrebbe immischiarsi in fatti che non la riguardano-sogghigna senza tutti i denti-e poi alla sua età ancora a correre dietro ai fantasmi?

-che vuoi sono un inguaribile romantico- che battuta del cazzo, non sono mai stato un buon battutista troppo impulsivo troppo breve il repertorio, comunque se ne hanno mandato solo uno vuol dire che sono convinti di caversela con poco, d 'altronde anch'io sono venuto solo ho lasciato Ferretti in macchina,adesso mi avrebbe fatto comodo, non ho il tempo di chiamarlo.

Il cinesino non perde tempo si avvicina sciabordando la sua spada

quasi quasi passo il kukri nell'altra mano prendo la pistola e gli sparo ma troppo lento, mi è addosso che bello un duello all'arma bianca contro un funambolo da circo speriamo che voglia solo spaventarmi darmi una ripassata.

il primo colpo lo schivo facile il secondo lo paro bene,il mio pugnale seppur più corto sembra avere più peso e maggiore tempra della sua spada (roba cinese) sto prendendo coraggio quando mi arriva un calcio al mento ,non so nemmeno da dove è partito, che mi manda dritto contro i secchi della raccolta differenziata

mbe adesso mi sono rotto il cazzo tiro fuori la beretta in un lampo -se ti muovi di un passo ti faccio un buco in fronte-

-sicuro di riuscire a prendere la mira con quegli occhiali da sole?-

la riconosco è la voce di Liù Yùlìng la tenutaria del bordello di qualrtiere Le Gemelle Siamesi.

Poi in cinese si rivolge allo spadaccino che subito va via.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Vele d’altura (Pubblicato il 14/09/2019 01:51:47 - visite: 33) »

:: Un passaggio di stato (Pubblicato il 14/09/2019 01:34:25 - visite: 29) »

:: La fine di ogni principio (Pubblicato il 14/09/2019 01:20:54 - visite: 24) »

:: Chirù (Pubblicato il 13/09/2019 01:20:05 - visite: 35) »

:: Vita di coppia (Pubblicato il 04/09/2019 16:08:39 - visite: 57) »

:: Silenzi (Pubblicato il 27/08/2019 15:51:05 - visite: 40) »

:: Patria potestà (Pubblicato il 23/08/2019 04:14:04 - visite: 52) »

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 50) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 77) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 62) »