Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1127 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Aug 18 20:06:19 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Come un corridoio buio

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/09/2013 17:45:19

Tirò un sospiro lungo 

come un corridoio buio

contro l'invisibile muro che ci divideva

e disse:

i tuoi occhi hanno l'infinita arroganza di due lune piene

che occupano lo stesso identico cielo

senza interruzioni

cavatene via uno e dallo ai porci

se vuoi che la sera tiri ancora tardi sul tuo volto 

e per sempre non sia miraggio di splendore

come se il soldato romano

avesse chiesto il permesso di avere libero accesso al costato

Cristo no,l'ha trafitto e basta

e quando ha tremato la terra anche lui ha tremato

riflesso inconsulto di miserabile paura

piuttosto che pentimento

ma un'azione buona trova terreno fertile

in uno stato di parsimonia dello spirito

e conduce a sicura redenzione

se diventa abitudine vissuta senza la ferita aperta

di un troppo fervido orgoglio

ecco perchè ti invito tu cavati un occhio.

Poi fece un sorso di vino rosso

e s'asciugò le labbra con la mano

non importa quale delle due:

il riflesso di una coscienza bene addomesticata

è la sensazione di esserci nel presente

mentre tutto scorre

e far fronte all'incontestabile verità che tutto è menzogna

contemporaneamente

anche il moto stesso

tagliati una mano se non serve 

a compiere il miracolo di qualche tipo

vecchio o nuovo d'amore

anche rimanere solo un cuore pulsante

non sarebbe abbastanza

se lo scopo fosse conseguire un bene più grande

della somma delle nostre misere parti

ma tu non farai niente di tutto ciò

anzi cercherai di consevare il bene passeggero del tuo corpo

il più integro possibile il più a lungo possibile.

Per fortuna arrivò il conto

altrimenti mi avrebbe volentieri fatto a pezzi.

Uscimmo fuori alla luce tenue di una notte affaticata

dagli strascichi di un'estate senza rigori.

Morivo dalla voglia di accendermi una sigaretta

ma avevo paura che innescasse una discussione.

Ruppi gli indugi più per stanchezza che per spavalderia.

Tu fumi? Ma non avevi smesso?

Si ho ricominciato.

Ecco la mia volontà fatta a pezzi.

Invece: offrimene una.

Docili e senza scampo saremmo parsi

a uno che fosse passato di lì per caso

e avesse guardato sotto vento.

Il contrario di tutto è il niente

ingenuamente pensavo cullato dalle onde del destino

senza pormi ulteriori domande e vivendo tranquillo

ma avendola vicino che fumava una mia sigaretta

non ne ero poi più così sicuro.

Quanti anni hai? Mi chiese a bruciapelo.

Trentasei.

Mi ricordavo bene.

Che vuoi fare da grande? Senza pazienza e spense la sigaretta per terra.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 21) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 43) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 46) »

:: La condivisione di una felicità irresistibile (Pubblicato il 24/07/2019 07:10:24 - visite: 64) »

:: La bestia dei sogni (Pubblicato il 22/07/2019 00:38:03 - visite: 60) »

:: Di necessità statuto (Pubblicato il 22/07/2019 00:18:45 - visite: 48) »

:: L’origine della simmetria (Pubblicato il 20/07/2019 02:37:38 - visite: 57) »

:: Lo stalker non può entrare nella stanza (Pubblicato il 17/07/2019 00:36:44 - visite: 54) »

:: Musetto (Pubblicato il 13/07/2019 01:28:24 - visite: 51) »

:: La falange armata (Pubblicato il 10/07/2019 03:45:32 - visite: 62) »