Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1227 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Feb 15 15:39:21 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Le parole di Rampoldi

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 10/01/2014 20:26:36

Clavicole curve e doglie dei semiparti

contrite testuggini sui dorsi asciutti

sgambetta il pargolo dell'estate in cui non fummo

rinuncio a un bacio alla vodka semitono di clausura

pur di guardare dall'alto in basso

questo cielo che si spegne sul tuo seno

ansa del pensiero stormo tenue in volo

sui palazzi addossati all'altare del centro commerciale

le nuvole rampolli le parole di Rampoldi

echeggiano nelle tempie il bastevole a sufficienza

per tornare a casa col cuore in bocca come i cani d'argilla

che comprammo al mercato lingue collari e tutto

la scintilla di un'esegesi distratta del camino

penzola fuori dalle casse questo fuoco domestico

l'avvicina ad un consiglio per la mungitura delle vacche

e spreme e tira e non s'avvera il latte

tengo fuori l'anima dagli incartamenti

burocrazie annodate ad un fascio di muscoli old boy

quello che non vuoi è un arsenale di bugie sempre pronte

ai rimpasti fangosi di altre terre, le nostre in quanto prossime

m'avviliscono gli occhi che non sanno parlarmi

questo si potrei dirlo anche da sobrio

mentre ruzzolo fuori dal tabaccaio con le micce per la bomba

Quando arriva la musica? A distrarmi da pensieri troppo rozzi per la falce?

E' una richiesta d'aiuto questo languire beato tra i fronzoli

ma tu lo sai che non potremo più volerci bene

mi viene da ridere dell'equazione segreta tra le giuggiole tra i miei denti

e il lavoro intermittente delle giovani cariatidi che diventiamo

giorno dopo giorno a rancori separati

esercizi schierati si dichiarano guerra in un ripostiglio

coperti di favole

apri la porta al pensiero laterale

acqua e sale per vomitare

spruzzi di luce al ragù sul ventre molle dei parcheggi 

sono finiti gli arrembaggi degli anni d'oro

porti coralli arancioni al collo oggi

dove prima ti stringevo per saggiare la mia forza 

di resitere al contagio

pelle profumata cannella e sabbia dorsale atlantica

coordinate di un raccolto terremotato

come se arrivasse a te qualcosa che non c'è

e poi scompare ma quando?

sonnambulismo diffuso si mercanteggia per avere spazi inospitali

il languore di altri asfalti per l'accensione del motore

non è questo il migliore dei possibili mondi per me

idrocarburi lasciti esistenziali di coiti minori

disincentivato a volermi bene lascio piccoli fogli imbrattati di frasi

all' inchiostro nei boschi vicino a dove crescono i funghi.

Di nascosto assisto al mio rapimento da parte di nessuno.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Per evitare i doganieri (Pubblicato il 14/02/2020 00:12:13 - visite: 62) »

:: Parlami (Pubblicato il 07/02/2020 00:53:03 - visite: 38) »

:: Al concerto (Pubblicato il 06/02/2020 02:58:35 - visite: 35) »

:: Tema destino (Pubblicato il 01/02/2020 02:27:55 - visite: 40) »

:: Alla moda del vento (Pubblicato il 31/01/2020 00:55:46 - visite: 43) »

:: La danza delle tregue (Pubblicato il 29/01/2020 00:28:42 - visite: 66) »

:: Mentre il fiume (Pubblicato il 22/01/2020 01:40:30 - visite: 51) »

:: Cosa vuoi che ti dica? (Pubblicato il 20/01/2020 00:45:57 - visite: 49) »

:: Talamo (Pubblicato il 18/01/2020 02:26:19 - visite: 51) »

:: Nottetempo (Pubblicato il 17/01/2020 00:48:10 - visite: 64) »