Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 706 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Aug 23 17:31:40 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Senza vergogna

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/06/2015 03:48:24

La fantasmagoria dell' apparato cade a pezzi

non appena tieni chiusi gli occhi per più di qualche secondo

vena pulsante sulla tempia bene in vista della Luna

sembra che scoppi sotto i colpi del destino sordomuto

e cieco d' avvenire ai tuoi possibili futuri

che scuri come nuvole d' altura cercano vette

da cui buttarsi a capofitto fino al punto in cui diventi uomo

se tocchi terra ancora in volo

o sai essere goccia nella pioggia ad aprire le danze come nuovo

nonostante il viaggio ti sia costato giovinezza

e la moda del lento sia passata da un pezzo

perchè un' età dell' oro non si consegna a metà altezza

ma solo in cima o nel profondo di una presa di coscienza.

Con questa pazienza farei i conti volentieri

se solo mi sentissi più leggero

quanto è vero che non sono io che sto scrivendo

ma una copia grassa di me stesso

per cui perdo ritegno e anima

in fondo al piatto cupo di un cielo succulento

da prendere a morsi bestemmiando il padreterno

per averlo fatto così lontano dalla bocca e dal sesso

che si pratica a fatica nel girone degli obesi.

Mi sono maledetto ma non pensavo che avrebbe fatto effetto

eppure il memento mori che ho sul braccio destro

è stato profetico con l' accuratezza di un pretesto

per farsi cacciare fuori dal mondo e non pagare il conto

o viceversa pagare tutto e restare dentro compromesso.

Sottomesso ai versi che faccio per ottenere la coerenza 

che serve a ripetere il salto

ogni volta che la distanza tra me e tutto il resto lo consenta

dovrei perdere il fiato ad ogni scalata indispensabile

per vedere cosa c'è dietro la gobba  storta delle cose.

Quando sogno la mia mente proietta immagini

sul dorso rosa delle palpebre

che vedo scorrere in negativi del pensiero

con un movimento dipendente dalle facoltà dell' inconscio.

Ma quando sono sveglio, ad occhi chiusi

posso formulare un' immagine? A mio piacimento?

Che regga il confronto con la stessa immagine che vedo ad occhi aperti?

A mani nude?

Da onironauta la mia imbarcazione è una zattera senza pretese di vela.

Se in ogni caso mi faccio portare dalla corrente

che rimane delle mie voglie?

Nude spoglie senza vergogna

non scambiarle per rifiuti, il loro tempo è necessario ad ogni meta.

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Patria potestà (Pubblicato il 23/08/2019 04:14:04 - visite: 16) »

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 25) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 47) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 51) »

:: La condivisione di una felicità irresistibile (Pubblicato il 24/07/2019 07:10:24 - visite: 66) »

:: La bestia dei sogni (Pubblicato il 22/07/2019 00:38:03 - visite: 64) »

:: Di necessità statuto (Pubblicato il 22/07/2019 00:18:45 - visite: 49) »

:: L’origine della simmetria (Pubblicato il 20/07/2019 02:37:38 - visite: 60) »

:: Lo stalker non può entrare nella stanza (Pubblicato il 17/07/2019 00:36:44 - visite: 55) »

:: Musetto (Pubblicato il 13/07/2019 01:28:24 - visite: 54) »