Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 46 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jan 18 05:23:08 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mutazioni poetiche di Martha Asunciòn Alonso

di  (Biografia)

Proposta di Marisa Madonini »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/01/2019 19:10:47

Mutazioni poetiche


Nella mia famiglia non ci sono poeti.

Però mio nonno Gregorio,
quando annaffiava l’orto a Belinchón,
è rimasto così tanti pomeriggi
a osservare il canale, mormorando:
Non beviamo
l’acqua: è essa a berci.
L’acqua
è
la donna.

No, nella mia famiglia non ci sono poeti.

Ma una volta, da bambina, trovai dei gusci
di un uovo azzurro
ai piedi del mandorlo.
Li mostrai a mio padre e mio padre, silenzioso,
mi insegnò a costruirgli un nido
con i rametti;
e mi spiegò perché: ci sono pezzi di vita
che valgono
interi sogni.

Nella mia famiglia, vi dico, non ci sono poeti.

Ma quando la mia bisnonna
Asunción
vide per la prima volta il mare
– la prima e l’unica -,
mi dicono che restò molto seria, tacendo
a lungo, prima di dire:
Grazie
per
gli occhi.

Non so da dove vengo. Nella mia famiglia
non ci sono poeti
cattivi.


Traduzione di Federica Imperato


Laboratori Poesia

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marisa Madonini, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il Tempo della poesia , di Bijan Jalali (Pubblicato il 13/01/2019 22:18:01 - visite: 21) »

:: Da: Dal russo con amore : Joseph Brodsky e la lingua inglese , di Joseph Brodsky (Pubblicato il 05/11/2018 18:32:01 - visite: 162) »

:: Il rifiuto , di Velimir Chlébnikov (Pubblicato il 02/11/2018 23:58:28 - visite: 97) »

:: Il sapore del pane... , di Giacomo Noventa (Pubblicato il 17/10/2018 19:41:24 - visite: 124) »

:: La casa sulla strada , di Vesna Parun (Pubblicato il 10/09/2018 22:38:04 - visite: 181) »

:: Poesia Condivisa 2 numero 36 , di Adrienne Rich (Pubblicato il 02/08/2018 15:44:38 - visite: 221) »

:: Né lieto avo né discendente di Endre Ady , di Endre Ady (Pubblicato il 09/06/2018 12:53:44 - visite: 314) »

:: Preghiera , di Patti Smith (Pubblicato il 01/06/2018 00:32:53 - visite: 266) »

:: Il mondo , di Ewa Lipska (Pubblicato il 17/05/2018 23:37:56 - visite: 246) »

:: ’Festa di Sergei Gandlevskij , di (Pubblicato il 24/04/2018 09:35:52 - visite: 364) »