Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 26 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Dec 6 16:35:14 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

NEI GIARDINI DEL TEMPO - Antologia del premio ISBN: 978-88-6

di Carta e Penna edizioni 

Proposta di Fabiana.Scapola »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/11/2019 06:37:46

Dalla prefazione: L’universo poetico d’oggi è decisamente variegato soprattutto perché si muove, quasi sempre, evitando ismi di sorta e mettendo in mostra frammenti personalizzanti, aperture in direzione di un presente ormai globalizzato e non circoscritto ad un’area geografica specifica. Il tempo, in tal modo, si allarga e si restringe a seconda degli orizzonti in cui si muovono i poeti, nel nostro caso i poeti di casa nostra, siano ormai noti oppure alla ricerca di un posto più o meno al sole.
In questa antologia, pertanto, l’io dei poeti che la compongono navigano intorno ad argomenti di vario tipo: l’amore, la speranza, la disillusione, l’ambiente, la natura, la paura, il ricordo che ritorna sulla tavolozza di un diario vissuto, le cicatrici che non riescono a cicatrizzarsi, gli affetti più cari, la fede... Gli esiti sono altrettanto diversi, e così la nostalgia che si accompagna all’infanzia, alle figure degli amici scomparsi, ai figli che sono approdati in luoghi lontani, ai momenti magici dell’innamoramento...
Gli amici (tanti ormai) dell’associazione Carta e Penna e della rivista Il Salotto degli Autori, con la partecipazione alla prima tornata del concorso Nei giardini del tempo, ci hanno consentito di mettere a segno quest’antologia: un piccolo-grande florilegio di poesie, di emozioni, di versi caldi e sofferti, di luci eclatanti e soffuse... Il tutto nel segno di una poesia che non ha confini e che vive in ogni giardino del cuore di chi scrive poesia e di quanti la leggono con interesse e con gioia.
Si tratta di una selezione di poesie da cui emergono le varie personalità dei poeti presenti e che i componenti della giuria del concorso hanno scelto per l’antologia che ci auguriamo possa trovare riscontri positivi tra i lettori ed i cultori della nuova poesia e dei loro esponenti. Fare nomi non serve. ? assai meglio che ognuno dei lettori scelga liberamente una propria graduatoria di valori e che, ci auguriamo, chiudendo poi il volume antologico possa dire, quantomeno a se stesso: ci sono veramente delle poesie che si fanno guastare e che ci fanno aprire il cuore a sensazioni inattese, ad orizzonti nuovi, a quei giardini del tempo che anche noi possediamo, magari senza rendercene conto.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fabiana.Scapola, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.