Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 473 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Aug 26 07:09:29 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Due tiri (mi fai fare?)

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/07/2016 03:22:37

Quando perde la guaina sulfurea il tattico tango da balera

del tuo sillabare l'aria in respiri quando fumi una sigaretta prestata

la nascondi al dosso delle nuvole perchè il cielo non ti giudichi

la figlia, la madre, il costato

le reticenze parallele al vegano che viene da Vega

ne deduco un razzismo da palato, dovuto all'uso consueto di coriandoli

da lancio, da nessuno escluso, eccetto le dita da fata che cingono il filtro

come fosse il bavero di una cerniera ossuta

l'acrobata sedotta dalla distanza breve di una ricaduta

le vicissitudine che si avvitano sul cordolo non appena stringi la curva

e se siedi è il gradino che scotta ma la scala è una tromba d'aria

da soffitti, inconsulti

piano al piano, un lungo pianosequenza, furtivo, con zampe da gatto

che ti segue fino in cima, dove s'apre il tetto e la tua schiena curva

è un arco di creta viva, muta, come il fumo che s'addensa

a forma di clessidra vuota, mietitura del tempo, a ghirlanda d'inneschi.

Dove sei ora? Chi t'avvista oltre le tregue del tempo?

Non si capisce un caos nemmeno se ti arrendi ad esso.

Immenso, con la quadriglia delle palpebre ad intermezzi

a sezionare le immagini frustrate, col telaio degli occhi 

a scegliere la cornice; il flusso mobile delle cose che vedi

si sparge nella mente che le proietta, così il cane si morde la coda

come un uomo che ha fretta di arrivare alle conclusioni.

Ma senza bellezza non è giusto condursi altrove, permanere

nè essere quello che vuoi.

Quanto a lungo può mostrare il suo lato debole la Luna

perchè i lupi s'illudano di mantenerla in vita?

Di chiamarla a testimone di qualche coro che intoni una preghiera?

La falce, la piena del fiume, il mantello della sera.

L'orizzonte che sconfina sul dorso di un' alba azzurra

saprà riporre l'arma nella fondina senza aver sparato un colpo

almeno ad onore del cielo che ricordi dalla tua finestra a stelle e strisce

ma poi la memoria capovolge i suoi assilli

e te la prendi per aver dimenticato i versi dei gabbiani al mattino

colazione da Tiffany come va a finire?

E dove ho parcheggiato la macchinazione?

Torniamo a fumare nei bagni del ginnasio

dopo la ricreazione abbiamo ginnastica

e il professore ci lascerà giocare a pallone nel parcheggio dell' Utap.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Patria potestà (Pubblicato il 23/08/2019 04:14:04 - visite: 20) »

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 28) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 49) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 51) »

:: La condivisione di una felicità irresistibile (Pubblicato il 24/07/2019 07:10:24 - visite: 67) »

:: La bestia dei sogni (Pubblicato il 22/07/2019 00:38:03 - visite: 66) »

:: Di necessità statuto (Pubblicato il 22/07/2019 00:18:45 - visite: 50) »

:: L’origine della simmetria (Pubblicato il 20/07/2019 02:37:38 - visite: 60) »

:: Lo stalker non può entrare nella stanza (Pubblicato il 17/07/2019 00:36:44 - visite: 55) »

:: Musetto (Pubblicato il 13/07/2019 01:28:24 - visite: 56) »