Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 85 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Dec 17 13:04:40 UTC+0100 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Viaggio a Narimi, luogo dell’anima

di Gil
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/12/2017 12:19:01

                                                                                                      ad Amina Narimi; devoto.

 

 

Ho visto, Amina, discendere le tue parole
In cesti d’angeli giocosi;
A volte più simili
A filamenti di stelle
Comete che hanno guidato il cammino
Dove la luce si ferma e ferisce
Tornando invisibile nella notte
Perché più alto e forte risuoni
Il canto della tua voce.

La tua bocca, Amina, la tua bocca che canta
Ed inventa parole, le svela e rivela,
È una grande mammella che allatta la vita,
Che la nutre, la sostiene, la conduce
Dove il Mistero ama snudarsi bambino.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Gil, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Di verso in verso sperso in un giorno diverso e controverso (Pubblicato il 13/12/2017 07:44:02 - visite: 89) »

:: Io non ho che... (Pubblicato il 10/12/2017 08:44:52 - visite: 41) »

:: Echi e rimandi (Pubblicato il 09/12/2017 13:05:16 - visite: 36) »

:: Camminando sotto la pioggia (Pubblicato il 29/11/2017 05:59:54 - visite: 55) »

:: Frammenti (Pubblicato il 27/11/2017 05:16:49 - visite: 60) »

:: Avevi la consuetudine (Pubblicato il 24/11/2017 18:26:28 - visite: 65) »

:: Biografie (Pubblicato il 24/11/2017 11:37:43 - visite: 77) »

:: Ho di te un’assoluta mancanza (Pubblicato il 22/11/2017 15:24:35 - visite: 68) »

:: Una finestra aperta (Pubblicato il 21/11/2017 08:25:45 - visite: 53) »

:: Ancora sul nome dell’amore (secondo acrostico per Valeria) (Pubblicato il 19/11/2017 14:54:46 - visite: 58) »

:: Mi rapì dell’amore la sua follia (Pubblicato il 19/11/2017 14:16:52 - visite: 44) »

:: Concedimi di te tutto il corpo (Pubblicato il 12/11/2017 21:00:30 - visite: 82) »

:: Inverni d’anima (Pubblicato il 07/11/2017 07:35:56 - visite: 71) »

:: Lei (Pubblicato il 25/10/2017 17:28:35 - visite: 100) »

:: Il nome dell’amore (Pubblicato il 15/10/2017 08:38:45 - visite: 92) »