Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore č soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 159 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 14 03:23:52 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mito-lógia

di Ivan Pozzoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 8 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 24/02/2018 01:42:43

Pensare d’esser contadino di semi d’angoscia

su una terra dura come monumento funebre,

distribuendo sale sulle anime dei vivi,

le anime dei morti sono meno sfuggenti.

 

Pensare inquietando, a vicenda, le nostre inquietudini,

«effringere ut arta / naturae primus portarum clausura cupiret»,

non smettendo mai di bussare alle finestre dell’amore smarrito,

con la bellezza effimera dello shoe-shine.

 

Pensare, straziati di lacrime come una madre davanti alla bara d’un bimbo,

senza barare, novelli Yudhishtira, ai dadi del Dharma,

crollandosi addosso tra i frammenti ossei del nostro scrivere,

osservando cianotici volti.

 

Pensare, e continuare a farlo, minuscole divinità creatrici del divino,

mito-logiche chimere sbranate dall’occhio di giada della tigre,

senza mai afferrare i mille sensi della vita.

 

     [inedito, 2017]


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 8 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ivan Pozzoni, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa puň sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di piů vai alla pagina personale dell'autore »]

Ivan Pozzoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’epatite IVA (Pubblicato il 19/07/2019 20:01:47 - visite: 15) »

:: Il chihuahueńo di Port-royal (Pubblicato il 24/08/2018 00:00:40 - visite: 223) »

:: I giornalisti (Pubblicato il 22/07/2018 00:48:10 - visite: 260) »

:: Chi ci capisce č bravo (Pubblicato il 20/07/2018 01:47:08 - visite: 215) »

:: La partitocrazia dei trolley č mediazione (Pubblicato il 06/06/2018 23:09:01 - visite: 228) »

:: Il tango del bandolero (Pubblicato il 06/06/2018 00:05:45 - visite: 237) »

:: Fuori dagl’ischemi (Pubblicato il 05/06/2018 00:22:38 - visite: 199) »

:: Me ne frego (Pubblicato il 04/06/2018 00:45:34 - visite: 227) »

:: Mona Frida smile (Pubblicato il 03/06/2018 02:32:41 - visite: 194) »

:: Fiorello m’annoia (Pubblicato il 02/06/2018 00:01:53 - visite: 201) »