Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 118 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Dec 15 02:54:45 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ballata dell’amore respinto

di Ivan Pozzoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/04/2018 00:00:41

 

Per una volta, vorrei evitar

di celebrare i vanti d'Antéros,

cantato in ogni salsa,

dando notizia, coi miei versi rancidi,

d'un amor respinto

senza onore di rivalsa.

 

Dall'unione adulterina,

consumata in un talamo appartato

d'un motel lontano dalle reti d'Efesto,

sotto forma di sveltina

nacque Antéros,

secondo erede d'una coppia clandestina,

che, tra sex outdoor e scambi,

amava vivere senz'ethos.

 

Per capriccio d'un fratello autistico

Antéros venne al mondo

incatenato al ruolo di siamese,

restando vittima dell'utile domestico,

lui, neonato, concepito, come molti,

ai fini di risolver beghe terrene,

come i bambini della durata d'un minuto,

inventati in Cina o India, su mandato,

ove al turista occidentale occorra un rene.

 

Educato in un mix d'aggressività e bellezza,

avendo come metro Ares e Afrodite,

miti nel mito d'un adolescente

conscio di dover crescer senza debolezza,

all'ombra di una madre attenta ad ogni ruga

con un marito assente e molti amanti,

schiavo d'un fratellastro fragile,

Antéros si diede in fuga.

 

Genti d'ogni era, condizione, genere razziale

bramando di stanare Antéros

non vi rendete affatto conto

come non sia normale

che un amore ricambiato

abbia confitte le sue radici

in un ambiente tanto incasinato?

 

      [Patroclo non deve morire, 2013]


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ivan Pozzoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il chihuahueño di Port-royal (Pubblicato il 24/08/2018 00:00:40 - visite: 110) »

:: I giornalisti (Pubblicato il 22/07/2018 00:48:10 - visite: 190) »

:: Chi ci capisce è bravo (Pubblicato il 20/07/2018 01:47:08 - visite: 124) »

:: La partitocrazia dei trolley è mediazione (Pubblicato il 06/06/2018 23:09:01 - visite: 165) »

:: Il tango del bandolero (Pubblicato il 06/06/2018 00:05:45 - visite: 154) »

:: Fuori dagl’ischemi (Pubblicato il 05/06/2018 00:22:38 - visite: 125) »

:: Me ne frego (Pubblicato il 04/06/2018 00:45:34 - visite: 157) »

:: Mona Frida smile (Pubblicato il 03/06/2018 02:32:41 - visite: 133) »

:: Fiorello m’annoia (Pubblicato il 02/06/2018 00:01:53 - visite: 139) »

:: La page blanche (Pubblicato il 31/05/2018 23:27:50 - visite: 208) »