Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 231 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Sep 9 11:14:48 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Epopea di Israele

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/05/2018 20:18:24

 L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

 

 

 

S’alza il canto di guerra

     d’un soldato…

Sulla spianata delle moschee

sibilano le pietre lanciate.

Non s’arresta nell’aria

 l’Intifada,

toglie il fiato la calca

tra i neri דשק dashek,

    ali di corvo,

tra gemiti e sangue. 

 

  Piange Israele,

è sola nel suo pianto:

  sfilano draghi,

si è perso in volo l’unicorno.

Di mestizia è impastato

ogni volto… Come un’unica

maschera silente avanza

  l’Inferno.

Ma dentro l’anima non suoni,

solo canti desolati si levano,

 urla e strepiti

sulla spianata dei figli d’Israele,

sulla spianata che lega i popoli

dal destino forgiati:

ebrei, musulmani, cristiani,

spogli delle radici secolari,

stanchi di sangue.

 

Voleva questo, Dio?

Questo macello d’ossa umane,

di rituali, di carnefici spietati?

Voleva questo quel Dio

che la faccia nascose nel cielo

e scomparve per sempre

dalla Terra?

In nome di Dio

quante efferatezze!

Quanti mali!

Ma chi ha inventato

questo Dio crudele?

Chi ha sacrificato agnelli

per un tal demone?

Che viltà! L’uomo,

in nome di un Dio mai visto,

uccide un altro uomo,

che tocca con mano

e si suicida nel fango da cui

è stato generato,

piccolo uomo d’argilla!

  

Il canto si fa più forte,

stringe un nodo alla gola,

grida un’upupa,

la notte è vicina.

   Svegliati, o uomo!

Svegliati e marcia,

non t’arrestare.

In nome di chi, di cosa

hai ucciso?

Beffardo il fato

che a dominatore t’elesse,

esperimento d’un dio

invasato che ti forgiò.

Impastò di fango le tue membra,

ma della tua natura animale

non perdonò la memoria,

non corresse la morsa

velenosa del serpente.

 

   Svegliati, o uomo!

Percorri il sentiero dell’anima

che hai perso nei meandri

del tempo, dell’anima vinta dal fuoco

dell’inferno, tu che dagli inferi

ogni giorno risali

a portar zizzania sulla terra.

Bevi il calice amaro,

ora che hai la conoscenza,

riemergi dal pozzo fondo

e purifica le tue membra,

ora che sai!

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Franca Colozzo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Destino ingrato - Sad Destiny (Pubblicato il 02/09/2019 00:40:11 - visite: 280) »

:: Del Kashmir sogno... - I dream of Kashmir ... (Pubblicato il 21/08/2019 23:59:07 - visite: 408) »

:: In fuga dai pensieri - Fleeing from thoughts (Pubblicato il 11/08/2019 07:33:32 - visite: 236) »

:: Amanti della notte (Pubblicato il 11/07/2019 23:02:45 - visite: 343) »

:: Suon di Sileno (Pubblicato il 02/07/2019 21:27:36 - visite: 291) »

:: Mute Poetry on Jerusalem - Poesia muta su Gerusalemme (Pubblicato il 30/05/2019 20:03:51 - visite: 434) »

:: Il Manifesto di Ventotene (Pubblicato il 24/05/2019 20:14:56 - visite: 312) »

:: In ricordo di mia madre - In memory of my mother (Pubblicato il 11/05/2019 23:38:28 - visite: 310) »

:: I volti della Violenza - The faces of Violence (Pubblicato il 02/05/2019 23:57:53 - visite: 507) »

:: Notre-Dame degli innocenti (Pubblicato il 22/04/2019 22:13:33 - visite: 490) »