Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 178 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Dec 15 09:18:40 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

A livello d’uomo

di Loredana Savelli
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/08/2018 18:43:42

 

 

In fondo alla strada c’è il mare.

Il mare è a livello d’uomo.

Da lì puoi soltanto riemergere.

Quando arrivi a fine discesa,

sei nudo e decidi di affidarti.

 

Ci son giorni in cui è intrattabile.

In quel caso, la distanza è opportuna.

Ci son giorni in cui incontri 

chi non immaginavi,

ciascuno col suo carico di non detto.

(Tanto è lui che parla.)

 

La sua lotta col vento.

A fine giornata,

capisci chi ha vinto la battaglia.

Ma non la guerra.

Cosa può un sussurro, una poesia,

l'atavica fascinazione

di fronte a un tale gigante?

Potresti dirlo un dio.

 

Illudersi di conoscerlo

può essere strategico

ma non veritiero.

Con lui siamo sempre alla fase iniziale.

Sulle sue sponde tratteniamo i sogni,

le nostre ceneri non superano il confine.

Eppure tutto è immenso, tutto basta.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Loredana Savelli, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Alla fermata del 200 (Pubblicato il 10/12/2018 20:03:50 - visite: 58) »

:: La pioggia prima che cada* (Pubblicato il 24/11/2018 13:01:11 - visite: 80) »

:: Invito (Pubblicato il 19/11/2018 07:44:55 - visite: 83) »

:: Il mare a distanza (Pubblicato il 04/11/2018 19:31:01 - visite: 71) »

:: Non pioverà (Pubblicato il 28/10/2018 12:01:16 - visite: 103) »

:: Alla luce del sole (Pubblicato il 21/10/2018 13:09:36 - visite: 71) »

:: Sul fiume di sera (Pubblicato il 19/10/2018 00:10:37 - visite: 84) »

:: L’orologio (Pubblicato il 05/10/2018 06:52:11 - visite: 80) »

:: Il bambino che non sa piangere (Pubblicato il 05/10/2018 06:25:41 - visite: 83) »

:: Surreale (Pubblicato il 17/09/2018 06:16:08 - visite: 131) »