Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 214 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Sep 16 07:54:06 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

My sleeping Muse

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/08/2018 01:38:57

 

 

 

Non mi ricordo più se è passata prima la voglia

o sono prima cessate le condizioni

ma si rimedia ad un salto nel vuoto

con una presa di posizione? Col senno di poi?

Una condotta ascensionale  della messa a fuoco conduce

ad una visione d'insieme.

Ma la forza di gravità ha una mira eccezionale.

Le variabili e le costanti sono le mansioni da contenderci.

Tutto il resto ci prende e ci appartiene 

non ci lascia mai in pace.

 

Se fosse stato per me sarei stato malvagio.

Ma siamo liberi di scegliere che la vita scelga per noi

se sai ascoltare e restare in attesa

di un mondo migliore o di un altro pianeta.

La franchigia s'è spesa in baratti

chi mi consiglia il prezzo a cui vendermi?

Se ascoltassi i miei atomi sarei bosco da ardere.

Fuoco e cenere, sempre in guerra.

 

Lasciar stare il mio stato d'inerzia è a cura dei nervi

e la condizione generale è una tregua a fior di pelle.

Le promesse che mantiene la mia Musa dormiente

sono tenere le distanze

e una lenta metamorfosi della mia malattia latente.

Quando ci conoscemmo ero diverso

non ero grasso ma lo stesso non ti piacqui

se mi guardassi adesso sarebbe un gioco da ragazze per te distruggermi.

Proprio ora che sono in via di guarigione.

Ma le apparenze sono la dannazione degli occhi

e chi si arrende alla superficie delle cose

e cerca di goderne le forme belle

insegue un sogno di materia in via d'estinzione.

Evanescenze:

E nel vuoto che si annida?

Quali energie? Forse la salvezza?

Si danna l'anima il pensatore scrupoloso.

 

-Sono solo un coglione!  (facoltativo)

 

La tua assenza mi ha insegnato a riempirti

di significanti proiezioni

la cui natura ha radici nell'inconscio.

Perchè amore e follia si assomigliano a tal punto

che a volte si scambiano di posto mentre sogno di morire

e che tu mi abbia amato almeno un poco.

Quello che provo a scriverlo è un tentativo di restare in vita.

 

L'ultima verità a cui ambisco è morire senza paura

quando verrà il momento giusto.

Al primo posto la salute è una posizione diffusa

non pensare che vada.

Non prima che tu mi abbia deluso, my sleeping Muse.

O ti hanno sedata?

Sapessi quello che voglio potrei provare ad ottenerlo

senza essere offensivo,  uscendo innocuo dalla mia zona di conforto.

Ma per essere voluto è necessario un cambio di rotta

dimostrando con ogni mezzo di non essere morto

e ormai fuori dal coma.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Vele d’altura (Pubblicato il 14/09/2019 01:51:47 - visite: 33) »

:: Un passaggio di stato (Pubblicato il 14/09/2019 01:34:25 - visite: 27) »

:: La fine di ogni principio (Pubblicato il 14/09/2019 01:20:54 - visite: 24) »

:: Chirù (Pubblicato il 13/09/2019 01:20:05 - visite: 34) »

:: Vita di coppia (Pubblicato il 04/09/2019 16:08:39 - visite: 56) »

:: Silenzi (Pubblicato il 27/08/2019 15:51:05 - visite: 39) »

:: Patria potestà (Pubblicato il 23/08/2019 04:14:04 - visite: 52) »

:: Idropatici (Pubblicato il 15/08/2019 04:26:09 - visite: 47) »

:: Genesi di un vuoto incolmabile (Pubblicato il 02/08/2019 04:53:20 - visite: 75) »

:: Prospettiva N (Pubblicato il 01/08/2019 02:06:14 - visite: 60) »