Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 167 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Feb 18 22:54:36 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

#Foibe_Marinella

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 10 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 10/02/2019 19:13:22

In ricordo degli eccidi delle Foibe affinché la memoria

non passi come un’ombra sul tetto della nostra casa.

 

 

 #Foibe_Marinella  

 

Dal freddo e dal terrore,
 ignari della sorte,
a passi spediti,
 in fuga dalla morte
verso terre straniere,
lasciammo stracci  
di ricordi e case avite.
Prendemmo il sentiero
dalla vita tracciato
coi bimbi in braccio,
 in fuga dall’addiaccio,
dall’abbraccio mortale
 dei carnefici slavi.
 
Per l’ultima volta,
Marinella, d’un anno,
sgranò i suoi occhi,
spirò senza gloria
e senza rintocchi
 nel campo di Padriciano.
Tra stenti ed affanni,
ci accolse l’Italia,
che però non pianse
 sull’esodo infame,
oltreoceano ci spinse,
 verso terre lontane.
Delle Foibe di Fiume,
 di Gorizia e d’Istria
per tanta vergogna
s’era persa memoria,
riesumata da poco
 dai libri di Storia.
 
 
La Storia si ripresenta sotto varie spoglie, ma la crudeltà umana è un'invariante che si manifesta sempre con le stesse modalità: indifferenza e oblio, salvo che poi ci sia una riscossa della coscienza umana che faccia prevalere un senso di giustizia.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 10 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sordo inverno (Pubblicato il 19/02/2019 20:49:11 - visite: 79) »

:: Tsunami (Pubblicato il 14/02/2019 20:23:11 - visite: 199) »

:: TerraMare (Pubblicato il 08/02/2019 23:43:15 - visite: 142) »

:: Spose bambine - Child brides (Pubblicato il 02/02/2019 19:06:33 - visite: 260) »

:: A mio padre #GiornoMemoria (Pubblicato il 28/01/2019 00:00:12 - visite: 205) »

:: Olocausto - Holocaust #GiornoMemoria (Pubblicato il 27/01/2019 15:22:15 - visite: 138) »

:: Penso a te, padre #GiornoMemoria (Pubblicato il 24/01/2019 15:55:58 - visite: 307) »

:: Mercanti di Morte (Pubblicato il 21/01/2019 18:31:34 - visite: 273) »

:: Giovinezza amante (Pubblicato il 15/01/2019 21:14:22 - visite: 270) »

:: Ossessione d’amore - Love Obsession (Pubblicato il 30/12/2018 20:42:06 - visite: 415) »