Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 23 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Feb 17 04:14:07 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

A Pierpaolo Pasolini

di Raffaele Piazza
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/02/2019 14:29:32

Vedi, Pierpaolo, a Ostia è il nulla,

una culla di pensieri 

sciama nel Terzo Millennio

eri felice, Pierpaolo? Saresti

vivo in questo postmoderno

senza usignoli senza la mano

e dell'innocenza la manna

a tessere testi per Garzanti

e sul Decamerone

mirabili pellicole.

Poesia in forma di rosa

un attimo un barlume,

l'esatta verginità morale del tuo

esistere eri l'angelo del nulla

sorridevi

in questo ti differenzi da Pavese

tu, profeta sanguato dei giorni

e cosa diresti vegliardo nel 2019?

Pierpaolo angelo

tra penna e cinepresa, Corriere

e ragazzi di borgata, privata

felicità, nella diversità eri felice?

Ceste di mele di fortuna

ti donerei questi versi

piango come chi crede nell'arte tua

le cenere tue insieme a quelle di Gramsci

a vedere nel fondo della Storia

un mistico furore di generazioni

senza passato, Pierpaolo

oltre la vita e la morte

ai blocchi di partenza e sono morti

Penna e Bellezza e Moravia.

Pierpaolo, in quel chiaroscuro

morale che dà barlumi per esatta

coincidenza era il 1975 il giorno

dell'infanzia e mia nonna disse

che eri morto, sovrana innocenza

penna nel quaderno di me stesso

a non sapere come i figli nascono. 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Raffaele Piazza, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sul bordo della rosa (Pubblicato il 09/02/2019 23:43:09 - visite: 27) »

:: Nominare (Pubblicato il 07/02/2019 10:08:44 - visite: 26) »

:: Marino incanto (Pubblicato il 06/02/2019 20:49:04 - visite: 40) »

:: Alessia e la bella giornata (Pubblicato il 14/03/2018 13:51:13 - visite: 175) »

:: Linea di poesia delle tue fragole (Pubblicato il 11/03/2018 11:14:17 - visite: 210) »