Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 63 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Apr 16 00:21:40 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Sulle orme di Proust

di Lorenzo Tosco
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/03/2019 08:27:46


Vorrei tornare indietro sui miei passi
per cancellare poi certi momenti
che procurano certo nel ricordo
ansie, perplessità, rimorsi antichi.

E mi sembra davvero aver sbagliato
nell’allora capire, come ora,
quale facilità di comprensione
c’era per giudicare quell’evento.

Se l’orma antica fosse dato quindi
cancellare ed in altra via posarla
ora lo rifarei ‘sì facilmente
senza difficoltà davvero alcuna.

Però la realtà è ben diversa
perché un giudizio dato in conoscenza
di vita che ci mostra le evidenze
è diverso da quello del momento

in cui compimmo il fatto che ci duole
quando ancora mancava l’esperienza
e vivevamo in giovanili anni
nei quali era ben facile sbagliare.

Così non tornerò dietro i miei passi
e accetterò gli errori del passato
perché se fosse a me questo concesso
li rifarei mancando d’esperienza.

NB. Scrissi questa poesia senza voler entrare nello spirito di Proust, ma solo perchè l'Autore mi aveva dato lo spunto per questo pensiero generico.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Lorenzo Tosco, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Pasqua di resurrezione (Pubblicato il 17/04/2019 09:14:09 - visite: 25) »

:: Il Potere (Pubblicato il 16/04/2019 09:09:42 - visite: 29) »

:: Desolazione (Pubblicato il 13/04/2019 09:40:51 - visite: 31) »

:: Mattinata a Luino (Pubblicato il 12/04/2019 15:31:36 - visite: 18) »

:: Innata intuizione psicologica (Pubblicato il 11/04/2019 09:52:21 - visite: 29) »

:: Autopsia del cuore (Pubblicato il 10/04/2019 14:00:41 - visite: 36) »

:: Verrà la morte e avrà i tuoi occhi (Pubblicato il 08/04/2019 06:45:13 - visite: 53) »

:: Come si deve scrivere una poesia (Pubblicato il 07/04/2019 08:58:20 - visite: 40) »

:: Sere di Luino nel ricordo (Pubblicato il 06/04/2019 10:16:16 - visite: 35) »

:: Sonetto ...ottimistico! (Pubblicato il 05/04/2019 12:56:16 - visite: 35) »