Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 43 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Feb 23 06:45:00 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Apocrifo canto dantesco

di Lorenzo Tosco
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/02/2020 14:09:12


Dunque ancora una volta mi fa guida
per lo sito infernale il buon Maestro
Virgilio che con sue latine grida

a scrivere l'Eneide fu destro.
“In quale cerchio adesso ci si trova?”
chiesi a lui del qual conosco l'estro

nella risposta che al mio chieder giova,
ed ei rispuose: “Siam fra gli amatori
e quello che tu vedi è Casanova

che più di mille donne fece fuori,
o almeno afferma lui, se tu ci credi,
un che si dice ch'ebbe grandi amori.”

“Maestro” chiesi allor “come tu vedi
ei se ne fece cinque ogni nottata,
vedi un po' se l'accosti e se gli chiedi

come facesse a far ...tal sollazzata
e come il dì di poi fosse capace
di stare sveglio tutta la giornata.”

S'accostò Casanova assai mordace
e disse: “Nei miei tempi non fu agra
l'attività ch'io feci in santa pace,

io non avevo allora il vostro viagra,
eppure feci quel che voi non fate
neppur un giorno all'anno, per la sagra

dell'amore, così vi sputtanate
e la figura mia unica resta
per le mie prestazioni che esaltate

quando alle donne io faceo la festa.”
Poi rivoltosi a me disse corrusco:
“Tu poco in questo oscuro regno resta,

ti riconosco ben, tu sei un etrusco
che si vantò, malgrado la bruttezza
di piacere per modo giammai brusco

alle donne, che in grande tenerezza
concedettero a te grandi favori,
ma io so che racconti un'immondezza

giacché le donne ognor buttavan fuori
dal desiato talamo d' amore
te che chiedevi ad esse i loro amori.”

Virgilio a me si volse e con dolore
mi disse: “Tu, mendace, che affermavi
di concupire delle dame il cuore,

false notizie nel tuo mondo davi,
e ti credetter tutti, ingenui e furbi,
mentre nella menzogna ti esaltavi.

Vedo che per tal dire tu ti turbi
ma il Casanova qui sa quel che dice,
ed ora gode che tu ti conturbi

e ti senta fra noi molto infelice.
Solo dei sensi avesti tu la pace
ed a nessuno che sia onesto lice

d'essere come te tosco mendace
che ad ogni passo certe balle trova,
vergognati nel cuore tuo che tace!”

Mentre così diceva, il Casanova
rideva avanti a me con gran baccano,
poiché capito avea che io l'alcova

avevo sempre desiato invano,
e in questi casi, ecco quel che accade,
mi vergognai che lui mi desse mano

e caddi come corpo morto cade.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Lorenzo Tosco, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Lorenzo Tosco, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Angelico antidoto di sicuro effetto (Pubblicato il 23/02/2020 09:40:18 - visite: 45) »

:: Amore (Pubblicato il 22/02/2020 11:05:11 - visite: 58) »

:: Andazzo generalizzato di alcuni (Pubblicato il 21/02/2020 09:11:16 - visite: 77) »

:: L’addio dell’Angelo (Pubblicato il 20/02/2020 15:40:14 - visite: 33) »

:: L’Angelo custode generoso (Pubblicato il 20/02/2020 09:49:13 - visite: 31) »

:: L’Angelo custode innamorato (Pubblicato il 19/02/2020 10:10:49 - visite: 41) »

:: Facciamo un sorriso (Pubblicato il 17/02/2020 14:39:28 - visite: 56) »

:: Firenze a sera (Pubblicato il 17/02/2020 09:43:50 - visite: 32) »

:: Solite facce (Pubblicato il 14/02/2020 15:51:08 - visite: 46) »

:: Questioni importanti davvero (Pubblicato il 12/02/2020 15:44:51 - visite: 39) »