Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 799 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jul 3 08:03:42 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Uomini o...Alieni ?

Argomento: Informatica

di Teresa Nastri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/10/2014 18:10:25

                                                 Uomini o... Alieni ?

                 ( Una pagina di diario, specchio parlante della coscienza )

 

Lunedì, 22/3/04 -  Bollettini di guerra si susseguono a partire da Uno mattina: Kossovo, Israele, Palestina, Irak...

E Italia: marcia per la pace con aggressione, "veleni di stato" esportati in Somalia, fondi enormi per la "collaborazione" inghiottiti da pozzi che invece di acqua emettono contaminazione e radiazioni; Ilaria Alpi uccisa perché non potesse svelare, e inchiesta appena archiviata senza alcun indagato.

Stadio Olimpico a Roma paralizzato da ultras che mettono in scacco tutto il sistema di prevenzione contro le violenze, e gran parte della popolazione maschile che oggi piange sul derby interruptus...

Il "villaggio globale" si rivela sempre più un campo minato dalla demenza globale.  Forse lo era anche prima che lo si definisse tale, ma non saperlo equivaleva ad affacciarsi sul proprio orticello per poter stabilire cosa fosse più utile seminare.

Le notizie che oggi ci aggrediscono in tempo reale scuotono identità consolidate sull'ignoranza della faccia oscura dell'umanità, e sulla fede in una possibilità salvifica. Lo schermo televisivo, da piccola interfaccia fra la singola coscienza e il resto dell'umanità, si trasforma inevitabilmente in uno specchio che riflette l'immagine di ciascuno di noi confusa e alterata dalle tenebre di una notte in cui "tutte le vacche sono nere".  Costretti a identificarci con l'assurdo e l'irragionevole, che scopriamo irredimibile fondo dell'umano, non ci è più possibile sentirci diversi.  Dopo aver esiliato gli dei, vediamo il nostro spazio vitale contrarsi sempre più, anziché dilatarsi, e il mondo ci si stringe addosso come una gabbia globale in cui sopravvivenza significa ferocia - esercitata e subita, secondo i momenti e l'angolazione  presa dal contingente.

"Homo homini lupus" recitava Plauto, ma io credevo piuttosto a Terenzio: "Homo sum, humani nihil a me alienum puto" - riecheggiato dopo due millenni dal film Per chi suona la campana : "Quando un uomo muore, io muoio con lui... perché partecipo dell'umanità...".

 

Oggi non so più chi sono, né se potrò ancora credere alle antiche fedi. E domani ?

 

(pubb. su Cosmoggi sett/ott. 2004)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Nastri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Nastri, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Filosofia ] Da Jan Hus a Jan Patocka... (Pubblicato il 14/10/2015 17:36:54 - visite: 894) »

:: [ Esperienze di vita ] Coma, Semi-coma... (Pubblicato il 08/10/2015 13:05:58 - visite: 1026) »

:: [ Letteratura ] Arti e Artifici (Pubblicato il 15/05/2015 10:20:24 - visite: 562) »

:: [ Letteratura ] Elogio del libro (Pubblicato il 07/02/2015 19:04:01 - visite: 665) »

:: [ Filosofia ] Jan Patocka (Pubblicato il 06/12/2014 09:31:19 - visite: 613) »

:: [ Filosofia ] Spinoza (Pubblicato il 22/11/2014 12:24:03 - visite: 619) »

:: [ Filosofia ] Felicità (Pubblicato il 17/09/2014 20:16:35 - visite: 723) »

:: [ Antropologia ] Rapina con Sorpresa (Pubblicato il 13/07/2014 18:29:51 - visite: 859) »

:: [ Sociologia ] Donne : “angeli” domestici o custodi di senso ? (Pubblicato il 29/04/2014 16:47:30 - visite: 703) »

:: [ Politica ] L’Affare Moro (Pubblicato il 26/04/2014 16:54:26 - visite: 924) »