Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Il Brigante

Argomento: Avventura

di Paolo Melandri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/04/2019 12:54:24

I cigni nella fontana del castello, la facciata rinascimentale. Dove ho visto tutto ciò? O, meglio, dove l'ha visto il Brigante? Lungo i tronchi di vecchi alberi si innalzavano scale. Interi gruppi di convitati potevano montarvi su, a far salotto e bere il tè sotto le verdi fronde. E quel ricovero sull'altopiano solitario, quel boschetto di betulle, o che altra specie di alberi mai fosse. E il bersò sul colle, la casa e il muricciolo e, impettita dietro i vetri, gli occhi fissi alla brigata in arrivo, la dama altera. L'alterigia è spesso il nostro ultimo rifugio, ma noi non dovremmo rifugiarci in un simile rifugio. Dovremmo fuoriuscire dalla nostra alterigia, che è una galera, e parlare con i più miseri, e trovare così riscatto. Il riscatto, infatti, ci è sempre meravigliosamente vicino. Non sempre, però, vogliamo vederlo. Oh, se potessimo sempre, sempre vedere ciò che può darci forza! “Idiota!” sibilò quella tale al Brigante, e colei che sibilò così era malata di alterigia e, nel dir ciò, bella da morire. E la Fonte delle Caritatevoli nel bel mezzo della nostra città, già tanto ricca di figure scultoree. Ma quando sarà stato che quel signore fece una capatina da me per rivolgermi parole di incoraggiamento? Forse sapeva quanto giovane fosse allora il Brigante. Eccolo di nuovo qui, questo stupido Brigante, e io scompaio accanto a lui. D'accordo, d'accordo, proseguiamo. E quell'infermo, che avrebbe tanto voluto lavorare per serate intere, se il suo stato glielo avesse consentito. Mi hanno detto che ha una quantità di incarichi lusinghieri, che però non è in grado di espletare. Solo quando uno è morto, o giace svigorito, la gente si fa viva con auguri, profferte, onori eccetera, ma ormai è troppo tardi. Verso i sani si è maldisposti, perché sono sani. Nei confronti degli animi lieti si nutre astio per la loro letizia. E ciò non accade in modo intenzionale, ma proprio il fatto che accada per istinto è forse la cosa che, in assoluto, più affligge e dispera. Be', adesso non filosofeggiamo troppo, qui. Dunque, un bel giorno un esponente dell'intellighenzia si recò dal Brigante. “Giulio, il suo cameriere” esordì il signore entrando nello stambugio del Brigante, ovvero alcova brigantesca “mi ha fatto sapere che lei dà udienza a gente di cultura un paio di volte l'anno al massimo. Dev'essere un nobile individuo, mi sono detto, e ho voluto tentare di introdurmi fino a lei, e a quanto pare ci sono riuscito, e naturalmente mi rallegra la ben rara vista che la sua illustre persona mi procura. Senza dubbio lei è in ascesa, sotto tutti gli aspetti”. “Voglia in primo luogo graziosamente accomodarsi sul letto non ancora rassettato” disse con grande urbanità colui che non aveva proprio nessun cameriere, ma faceva come se l'avesse. “Il mio Giulio si è al momento assentato”. Il signore fece: “Hmmm” e rimase serio serio, dopodiché disquisirono sulle potenzialità di una rinascita morale e industriale. La conversazione prese la piega auspicata. “Benché la sua servitù mi paia alquanto discutibile, cosa che avrà la compiacenza di giustificare, mi congedo dalla sua dimora con l'assai grata convinzione che intorno a lei aleggi e viva un certo qual nonpoterperderelestaffe” disse il signore accomiatandosi, e il Brigante, con tutti i suoi Augusti e Giulii sullo sfondo, lo ringraziò per il piacere di quella visita e disse: “Io non ho bisogno che giri la fortuna, perché è sempre dalla mia”. Il signore lanciò un'occhiata al suo abito, e un sorriso gli balenò nel volto, che pur restava atteggiato a cortesia.

 

© Paolo Melandri (28. 4. 2019)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Paolo Melandri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Paolo Melandri, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Biologia ] Funghi (Pubblicato il 19/07/2019 09:59:46 - visite: 11) »

:: [ Psicologia ] Il perdente (Pubblicato il 18/07/2019 20:23:53 - visite: 8) »

:: [ Politica ] Miracoli (Pubblicato il 17/07/2019 10:40:57 - visite: 15) »

:: [ Politica ] La pozzanghera (Pubblicato il 14/06/2019 22:55:24 - visite: 44) »

:: [ Filosofia ] La pasta sfoglia del tempo (Pubblicato il 12/06/2019 22:36:01 - visite: 44) »

:: [ Filosofia ] Eccezione e regola atroci (Pubblicato il 09/06/2019 20:34:37 - visite: 29) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Sei miliardi di esperti (Pubblicato il 04/06/2019 22:27:29 - visite: 44) »

:: [ Psicologia ] Il perdente radicale 2 (Pubblicato il 01/06/2019 23:02:00 - visite: 39) »

:: [ Scienza e fede ] La forbice 11 (Pubblicato il 27/05/2019 20:12:55 - visite: 36) »

:: [ Esplorazioni ] Storia della mia amica (Pubblicato il 28/04/2019 11:42:50 - visite: 60) »