Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 29 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Nov 13 22:10:33 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Le chiome degli alberi

Argomento: Natura

di Paolo Melandri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/09/2019 11:47:49

Il movimento delle chiome degli alberi nel vento, seppure silenzioso, un disordine delle sfere, lo avvertiva come un precetto, o come un'altra legge; quel movimento lo invitava a guardare verso il cielo, i cieli. E al tempo stesso era una storia a sé, una storia di cime ondeggianti e nient'altro, una storia di niente, e di tutto. Guardando e ascoltando si ritrovava a meditare, e ciò lo faceva sentire a posto più di qualsiasi pensiero. Ah, ecco che il fruscio e il ronzio divenivano sonori, si trasformano in una voce! E come lo entusiasmava poi quella voce! Per che cosa? Per niente, proprio per niente. Si addentrava, o trapassava nel movimento delle cime? Tutto tornava, come un conto che, dopo molti calcoli errati, alla fine torna. Nemmeno il frangersi delle onde del mare, per quanto selvaggio, poté più tardi sostituire per lui il frullare delle betulle, lo stormire dei faggi, il sussurrare dei frassini, il frusciare delle querce ai margini del bosco. Là vi era il tesoro che gli era stato destinato sin dall'infanzia. E non si trattava delle lattine schiacciate e dei pacchetti di sigarette sui viottoli di campagna. Erano invece le sfere delle chiome degli alberi? Non proprio. Ciò che si aspettava dal mormorare e dal frusciare degli alberi non era qualcosa che bastasse a se stesso, nessuna nostalgia di un'estasi o di un divenire-nulla-e-nessuno in quanto compimento. Perdersi nell'ascolto voleva dire non essere una cosa sola. Tutto ciò era legato a una chiamata, a un impulso ad agire. Sì, ma quale? Di che tipo? Si sentiva circondato dalle chiome che stormivano? Non del tutto, non come un tutto, mai.

 

© Paolo Melandri (29. 9. 2019)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Paolo Melandri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Paolo Melandri, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Politica ] La pace (Pubblicato il 19/10/2019 22:01:04 - visite: 44) »

:: [ Filosofia/Scienza ] La cipolla del tempo (Pubblicato il 17/10/2019 12:36:57 - visite: 40) »

:: [ Storia ] Il nodo di Gordio 6 (Pubblicato il 14/09/2019 21:15:49 - visite: 45) »

:: [ Biologia ] Funghi (Pubblicato il 19/07/2019 09:59:46 - visite: 115) »

:: [ Psicologia ] Il perdente (Pubblicato il 18/07/2019 20:23:53 - visite: 85) »

:: [ Politica ] Miracoli (Pubblicato il 17/07/2019 10:40:57 - visite: 79) »

:: [ Politica ] La pozzanghera (Pubblicato il 14/06/2019 22:55:24 - visite: 97) »

:: [ Filosofia ] La pasta sfoglia del tempo (Pubblicato il 12/06/2019 22:36:01 - visite: 111) »

:: [ Filosofia ] Eccezione e regola atroci (Pubblicato il 09/06/2019 20:34:37 - visite: 63) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Sei miliardi di esperti (Pubblicato il 04/06/2019 22:27:29 - visite: 103) »