Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 93 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jan 21 19:11:40 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Vai più a fondo non fermarti alla banalità della superficie

Argomento: Esperienze di vita

di Fabiana.Scapola
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/11/2019 07:16:16

 

Vai più a fondo non fermarti alla banalità della superficie

 

Non essere banale e superficiale nel giudizio.

Cerca di andare un pochino oltre l'apparenza, lo scontato e l'ovvio.

Oltre i luoghi comuni o le convi(e)nzioni e i credo della massa, i leitmotive del momento.

Non fare giudizi che fondano sul nulla, non sviluppare idee senza fondamento.

Ciò che sembra bene a volte anzi troppo spesso bene non è e ciò che chiami male, insensibilità, indifferenza, durezza o ingiustizia spesso è bene più profondo.

Ora mi dici che ho il cuore duro, che sono qiasi "spietata" che sono male e dentro ho violenza o voglia di uccidere o meglio desiderio che qualcuno muoia.

Io ti dico che Giovanna D'Arco capeggio soldati che di certo uccisero anche se la sua spada non ferì nessuno.

Ti dico che in guerra sparare e uccidere non è peccato neanche per il catechismo ma vorrei che tu vedessi un di più.

Perchè il male forse lo fai tu.

Con il perdono, l'accoglienza e quello che tu chiami amore incondizionato.. forse fai più male di chi imbraccia un fucile e spara.

Guarda apri gli occhi e vedi la sofferenza del mondo, scorgine le cause e troverai che l'agire dell'uomo è sbagliato; l'amore raddrizza i sentieri storti non chiede al piede dritto di divenire zoppicante per praticarli così come sono. L'amore colma le valli e appiana i monti rende dritta e piana ogni via.

Se è perversa la radice del male e ben radicata in un uomo che la vuole compiere, se esso reitera istante per istante il male e tu sei un indifeso, non è forse giusto sperare che "muoia"?

..se il violento, il superbo, il prepotente, colui che fa angherie e soprusi, abusi di potere viene meno non è forse un bene?

Se il forte che sempre opprime il debole proprio perchè non ha vie di scampo finalmente soccombe è forse male?

Se tu ami chi fa il male allora il tuo amore deve divenire speranza che quella coscienza si ridesti, come le lacrime di Santa Monica per il figlio scapestrato Agostino, questo è il volto che assume l'amore: piangere affinchè quella coscienza si ridesti..

..ma io non ne ho più tempo e ne voglia!

..e se permetti è vero che nessuno deve toccare Caino ma io questa volta voglio raccogliere il sangue di Abele, preoccuparmi di quella vita spezzata, di quegli occhi che non hanno conosciuto l'amore e vissuto la vita per quel Caino.

Di abele che era buono e avrebbe amato i fratelli e il mondo, avrebbe resa bella la sua casa e il suo giardino; il villaggio ed il luogo in cui passava; avrebbe accarezzato il cuore del padre anziano e donato un sorriso ad ogni passante..

La terra è rimasta un deserto senza amore perhè i Caini uccidono gli Abele e il mondo assieme a te grida solo nessuno tocchi Caino.

..ma Abele?

..e io voglio fermare la mano di tutti i Caini del mondo e finalmente sperare che Abele, indifeso e buono, fragile e onesto, possa vivere e renderlo non arido come il cuore del fratello ma bello e fecondo, il mondo, come il suo cuore.

Svegliati e giudica con giustizia.

Se un forte vuole picchiare o abusare di un debole e in quella determinazione non desiste non è forse giusto che muoia o venga fermato o ripagato con la stessa moneta?

..era la legge del taglione, io voglio che la persona capisca e dal male desista.

Questa è l'unica via condivisibile il resto è addirittura complicità al male, favoreggiamento e istigazione a delinquere...alla meno peggio mero opportunismo...

Non sono io il male...no

Male è chi alimenta il male a discapito del bene.

 

F. Scapola

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fabiana.Scapola, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Fabiana.Scapola, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Esperienze di vita ] Il linguaggio e la parola (la regressione belliana) (Pubblicato il 28/11/2019 09:17:58 - visite: 65) »

:: [ Esperienze di vita ] Ma che senso ha? (Pubblicato il 15/11/2019 10:45:10 - visite: 76) »

:: [ Esperienze di vita ] Incompetenze professionali (Pubblicato il 13/11/2019 10:59:39 - visite: 79) »

:: [ Esperienze di vita ] Mai in faccia ti parlano (Pubblicato il 13/11/2019 09:24:21 - visite: 53) »

:: [ Esperienze di vita ] Studiare anche con pochi soldi (Pubblicato il 20/10/2019 06:29:00 - visite: 73) »

:: [ Esperienze di vita ] I giorni come tasselli di un puzzle (Pubblicato il 19/10/2019 19:18:46 - visite: 69) »

:: [ Filosofia/Scienza ] sviluppo dello studio linguistico (Pubblicato il 08/10/2019 13:41:07 - visite: 195) »

:: [ Filosofia/Scienza ] PDF_Impariamo a sviluppare un pensiero creativo (Pubblicato il 06/10/2019 11:29:53 - visite: 70) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Impariamo a sviluppare un pensiero creativo (Pubblicato il 06/10/2019 11:02:09 - visite: 59) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Zipf considerazioni sul suo approccio al linguaggio (Pubblicato il 23/09/2019 05:15:34 - visite: 102) »