Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 348 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Sep 17 08:53:47 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Retrotesto

di Adielle
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/05/2017 01:20:52

Dove corre la mente rimani per sempre

è quello il luogo dove si prega, dove si perdona

dove corre la mente qualcosa non muore

rimane per sempre se la ricordi da uomo deluso.

L' importanza primordiale della memoria viene dal niente

l' esperienza la confonde, un attimo prima.

Poi per qualche secondo di temporanea follia

senti il profumo di una donna ai primi d' aprile.

Aprire la porta per non soffrire porterebbe solo ospiti sgraditi.

Pensi. Sulle scale del duomo.

La padronanza del mezzo non ti permette sguardi distanti

la vista ai fotografi. -La verità è un osso di seppia-.

Questo filo spinato che mi punge ha il sapore del ferro battuto.

La piazza è un astio confuso di braccia e gambe.

Così cercherò di dileguarmi da qualche grondaia

in astinenza da atomi.

Le strade poco trascorse mi piacciono, non incontrare nessuno

con i pensieri che si prendono il tempo necessario per farsi sinceri.

Le scarpe comode, che cambiano rumore ai tipi di asfalto.

Fumare quanto basta per arrivare assetati.

Dove si vuole, come si puote.

Chi domanda non sia codardo?

Quel che sia purtroppo, non mi avvera i desideri.

E capirà la persona sbagliata, la cosa sbagliata

e non saprò spiegarmi e chi ci capisce è bravo.

Arrivo al piano che sono distrutto, non c' è l' ascensore e sono grasso.

Ma per quanto possa fare

immagino sempre che ci sia lei dietro l' angolo

con occhiali di grano corvino a bacchettarmi

per la mia condotta sconsiderata e allora non passo.

E mi godo ogni tiro e aspetto un cestino

per buttare il mozzicone di sigaretta

così accade che incontro quello, alle tre del mattino

che vuol stringermi la mano 

e  in una mano ho la busta della spesa 

e nell' altra il mozzicone di sigaretta.

Come in "la febbre dell' oro" mantengo vecchie abitudini.

Costumi di scena per confondere le acque.

M' aspetta a tavola, con la televisione accesa su una serie d' annata

in interni dipinti a mano si consumano piccoli drammi quotidiani.

Il volume è troppo basso, non si sente bene ma le espressioni

sono edificanti, degli attori in ballo.

Il suo profilo stacca dal resto, si volta per un attimo

-allora sei tornato, quanto ha detto che ti fa Carlos

per un chilo di coca?-

E quel Carlos ci fa celare. Con la busta di plastica voticata sul tavolo.

Ma è un ricordo lontano che non fa alcun effetto

a raccontarlo a qualcuno. Anche perchè l' ho appena inventato

e non è certo una bella prova di fantasia, la mia 

considerazione sugli apici è che valgano la pena di essere vissuti

con parsimonia ma a costo di rendersi ridicoli.

Altrimenti come la consoli l' anima?

Poi l' eroina penso sia un' altra cosa di una musa.

Ma la mia opinione conta poco.

La condotta generale è di appropriarsi dei dati di fatto.

Per comprendere meglio il modo giusto per amare.

La cosiddetta maldicenza prevede cortili alla finestra.

E si fa presto a dire "a modo mio"

si paga sempre con la stessa valuta.

"Un addio" vale quanto un "tu mi turbi".

A meno che non sia lei, la resa dei conti.

Le siedo accanto, le cerco la mano.

Ecco

è questo cercare sospeso all' infinito che mi cancella dagli argini.

Finchè c' è lei resto a galla, allo scoperto siderale.

Con la speranza di vita più astratta del mondo.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Adielle, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Adielle, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Scacchiera con gatto bianco (Pubblicato il 30/11/2017 01:31:28 - visite: 237) »

:: Riflessione sui social network (Pubblicato il 25/07/2017 01:30:01 - visite: 234) »

:: Hello (Pubblicato il 08/06/2017 01:18:28 - visite: 276) »

:: senza titolo (Pubblicato il 06/06/2017 01:36:03 - visite: 268) »

:: sconclusionato (Pubblicato il 04/06/2017 02:31:19 - visite: 283) »

:: capitolo primo (Pubblicato il 31/05/2017 01:10:20 - visite: 327) »

:: La scoperta del vento (Pubblicato il 17/05/2017 01:01:07 - visite: 315) »

:: La forma del respiro regolare (Pubblicato il 15/05/2017 04:42:32 - visite: 325) »

:: In libreria (Pubblicato il 21/10/2016 03:30:28 - visite: 497) »

:: Un corpo spezzato (Pubblicato il 06/10/2016 02:50:13 - visite: 344) »