Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 93 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 14 19:12:25 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

una adorabile nonnina

di Amabilino Michele
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/10/2018 10:37:47

Una vecchia costruzione ad un solo livello ma ben curata, forse degli anni 50, con un piccolo giardino, muri di colore giallo. Una vecchia casa per una coppia di anziani che colà vivevano da tanto tempo, gente tranquilla e senza figli. La signora, che si chiamava Orsola, era una ex insegnante, mentre il marito di nome Bruno un ex dipendente di una ditta di assicurazioni.

 Era una coppia tranquilla  che viveva in una zona residenziale abitata da borghesi.

Una zona un po’ comune a tutte le città, in un pomeriggio d’autunno… un pullman si fermò vicino alla casa della Signora Orsola e l’autista suonò il clacson. Dalla porta principale della villetta si affrettò ad uscire una piccola e gracile donna di età avanzata ma ancora arzilla, borbottona, si rivolse all’interno della propria dimora rivolgendo la parola a qualcuno all’interno poi concluse con un saluto e chiuse l’uscio di casa con la chiave che conservò nella borsetta. Con il trolley si avviò con passo spedito verso il pullman che l’aspettava. Era quello noleggiato per una gita per anziani e diretto verso una località di montagna, una gita di qualche giorno. Salì i gradini del pullman e si disse :

-Bene adesso lui andrà via dai suoi parenti in Puglia per un po’. Si sedette vicino ad un’altra vecchietta, ripose vicino a sé il trolley, con un sospiro, guardò la sua casetta mentre il mezzo ripartiva.

-Mi mancherà : aprì la borsetta controllò i documenti e tutto il contenuto. C’erano dentro le chiavi di casa, un rossetto, un po’ di belletto, e poi tanti cioccolatini e caramelle. Ma non erano per lei ma per i bambini del vicinato. Ripensò a tutti i controlli fatti perché lei era piuttosto apprensiva, controllava sempre tutto, invece il suo Bruno, così distratto….

Si disse tra sé :

-Ho chiuso il gas, le finestre, controllato i rubinetti, lui è sempre con la testa fra le nuvole. Si stava preparando per andare via ed io ho chiuso la porta a chiave. Per precauzione, girano zingari, ladri. Lui mancherà per almeno due settimane…

La gita della signora Orsola si concluse dopo tre giorni e un mattino il pullman, poco alla volta, scaricò i suoi passeggeri nei pressi delle rispettive case, poi venne il turno della signora Orsola che scese poco vicino alla sua villetta. C’era un insolito movimento nella strada, macchine dei Carabinieri dei Vigili e una Ambulanza ferma poco lontano. Il fatto era strano, la nonna si guardò intorno e vide due uomini in divisa che la seguivano. Si sentì chiamare e si voltò.

Uno di essi :

-Signora Bianchi, sono il maresciallo Stefanini e questo è il Brigadiere La Rosa, le dobbiamo parlare…

La vecchia signora un po’ preoccupata :

-E’ successo qualcosa ? Il maresciallo :

-Si, purtroppo. Lei abita qui vicino ? La vecchia signora in ansia :

-Quella è la mia casa – indicandola-che è successo ?

Il maresciallo glaciale :

-Niente di grave…Vede, in sua assenza dei balordi si sono introdotti nella sua abitazione.

La signora allarmata :

-Hanno rubato qualcosa? Il maresciallo con tono pacato :

-No, hanno saccheggiato la sua dispensa.

La signora con stupore :

-Ah, questa poi e che hanno fatto dopo ?

-Il maresciallo :

-Come le dicevo, si sono preparati due bistecche, bevuto del vino…

La nonna innervosita :

-E poi ?

L’uomo in divisa con freddezza :

-Curiosato in casa…immagino che dovrà comprare altra carne…

La nonna con sicurezza :

-No, ho una buona scorta nel congelatore…

-Bene avrà fatto provviste per l’inverno ?

L’anziana :

-Si dal mio macellaio di fiducia.

Il maresciallo :

-Suo marito le ha dato una mano per portare la spesa a casa ?

-No, ho fatto tutto da sola.

Il maresciallo con un sorriso stirato :

-E suo marito ?

-E’ andato dai suoi parenti in Puglia

Il maresciallo affiancando la vecchia signora e con tono gentile :

-Signora vorrei dirle qualcosa che la riguarda. Vede, in sua assenza c’è stata un’epidemia di febbre tropicale in questa strada e così tutti gli abitanti sono stati vaccinati. Vede… anche lei deve farlo per la sua salute.

La nonnina sorpresa :

-Oh certo, senz’altro !

Il maresciallo :

-C’è proprio qui un’ambulanza diretta verso l’ospedale, può farsi accompagnare… per la vaccinazione.

La nonna preoccupata :

-Ma dopo tornerò a casa ?

-Ma certo, l’accompagneranno.

L’anziana convinta :

-Allora Maresciallo… La saluto.

-Buongiorno. Il Brigadiere a questo punto fece un cenno a due infermieri che stavano fermi davanti all’ambulanza con le portiere aperte e costoro si avvicinarono alla donna e uno di essi la prese al braccio e l’aiutò a salire nell’ambulanza.

Il mezzo partì e il Maresciallo a questo punto, sospirò vinto da un’emozione. Si rivolse al Brigadiere e disse :

-E’ andata.

Il Brigadiere :

-Questa è una brutta storia di cronaca  e dobbiamo ringraziare i balordi che si sono introdotti nella villa e hanno fatto la segnalazione anonima.

-E da qui è partita l’indagine. Abbiamo scoperto che la nonna era già schedata per furto in un supermercato anni fa e poi, da un controllo della scientifica, abbiamo scoperto impronte su coltelli e altri utensili da macellaio e ancora, in due buste mani mozzate con la fede nuziale al dito e tante buste di carne congelata. Inoltre, è risultato che la gentile nonnina in passato, ha sofferto di malattie mentali.-Concluse il Maresciallo-

Il Brigadiere :

-Che cosa ne sarà di lei ?

Il Maresciallo :

-Finirà i suoi giorni in un ospedale psichiatrico.

Il Brigadiere con voce provata :

-E’ così, a volte la follia, mostruosa, disumana si nasconde dietro una maschera di normalità . 2014

 

 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amabilino Michele, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amabilino Michele, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: la casa della fortuna (Pubblicato il 07/02/2019 09:47:49 - visite: 103) »

:: la grotta (Pubblicato il 04/07/2018 10:59:37 - visite: 117) »

:: Una Notte Senza Fine (Pubblicato il 06/06/2018 10:07:56 - visite: 189) »

:: Presenze (Pubblicato il 09/05/2018 11:15:36 - visite: 266) »

:: Il pianeta del silenzio (Pubblicato il 15/06/2017 17:06:35 - visite: 443) »

:: Bio-Ingegneria e robotica La scienza del futuro (Pubblicato il 29/12/2016 17:06:39 - visite: 511) »