Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 878 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jan 17 14:06:46 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

A me -mi- piace Perluskony

di Gaetano Guerrieri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/11/2009 12:59:54

A me, Sivvio Perluskony, piace e non me ne vergogno.
Lo affermo con orgoglio, me ne vanto e sono fiero e soddisfatto per averlo votato.
Vi sono almeno venticinque motivi per i quali il grande e inimitabile Sivvio mi piace:
1. È un uomo che si è fatto tutto da solo, senza l’aiuto di nessuno; tanto meno della magistratura (e nemmeno di tutti gli altri).
2. Sa il fatto suo e non chiede mai pareri a nessuno. Figuriamoci ai sindacati!
3. Non si è mai contraddetto, neppure quando ha rifatto l’alleanza con Fossi (o quando è costretto a “rivedere” le dichiarazioni fatte “tanto per”).
4. È intelligentissimo perché è riuscito a creare un partito politico e a vincere le elezioni partendo da una squadra di calcio e da un contratto unilaterale con gli italiani. E ha rivinto e ritornato al potere per ben tre volte nonostante fosse quello che è: il padrone quasi di tutto (televisioni, banche, assicurazioni, editoria, etc);
5. Ha affrontato la legge sulle rogatorie come se si trattasse di una rotatoria, il falso in bilancio come un reato veniale e, ogni altra legge, secondo i propri punti di vista. E di convenienza.
6. E’ circondato da persone perbene, capaci e sincere come Prebiti, Brondi e Mandolino. Ha fatto Ministro tutti ma proprio tutti, rimanendo fedele persino a Ciullo Tvemonti.
7. Non ha limiti di sorta ed è convinto che si può fare di tutto se si ha una maggioranza che glielo consenta (e, in ogni caso, ha dimostrato che è vero che a questo mondo si può comprare tutto e tutti).
8. Ha sempre la bontà e l’onestà di pensare solo al bene degli italiani badando al suo esclusivo interesse e, tutto sommato, ci sta convincendo che ha anche ragione.
9. È riuscito a mettere d’accordo persino Fino e Bossolo su quasi tutto. Persino su come espellere tutti gli immigrati cattivi ed evitare che ne arrivino altri e, in caso di bisogno, far convivere tutti e tutto.
10. È riuscito ad addomesticare e a tirare dalla sua parte un “grosso” opinionista come Ciuliano Ferraro e a cacciare dalla Rai bolschevichi di parte come Enzo Piaci.
11. É riuscito a dimostrare che il conflitto d’interessi, più che un problema per la democrazia, è un ottimo motivo per restare al potere. Tanto agli italiani interessano solo altre cose e vanno dietro alle promesse.
12 Ha amministrato l’Italia come una sua azienda dimostrando che i suoi interessi possono essere assimilati a quelli della Nazione.
13. Ha fatto tantissime leggi nel suo esclusivo interesse salvaguardando i diritti di tutti gli indagati.
14 Ha creato migliaia di posti di lavoro rendendoli tutti precari.
15 Ha “migliorato” la scuola distruggendo quella pubblica in favore di quella privata. (ed è del tutto inutile che gli studenti e gli insegnanti protestino tanto non cambia opinione).
16 Ha provato a riformare la superata costituzione Itagliana in favore di tante Italie diverse e differenti ove ognuna, in totale autonomia, leciferi (da Lucifero,passione presente del verbo luciferare) quel "cazzo che gli pare".
17 Ha eliminato molti reati degli imprenditori “distratti” come il falso in bilancio.
18 Dice sempre quello che pensa senza dare troppa importanza al ruolo che riveste (tanto poi può sempre smentire).
19 Ha reso noto che molti dei giudici sono dei bolscevichi con la toga e che, da anni, invece di fare il proprio dovere, cercano esclusivamente di sostituirsi al potere politico per ribaltare il voto popolare.
20 Ha scelto Ministri autorevoli e competenti tanto che siamo diventati il paese che più di tutti rispetta le tradizioni sui conti (che non tornano).
21 Ha ridotto le tasse (dei ricchi) e aumentato i prezzi con l’euro. In compenso ha mantenuto immutato lo stipendio ai dipendenti (che nel frattempo sono diventati nullafacenti oltre che nella tenenti e nulla caporali).
22 Si è fatto il lifting (tanto che dimostra un’età tra i quaranta e i sessanta, però ha nuovamente i capelli ed è sempre abbronzato) e a noi ha lasciato lo zapping.
23 Ha sostenuto Triple Bush nell’occupazione all’Iraq smentendo la costituzione e persino quei comunisti di Rondella e Mastello (Falce e Mastella? No,grazie!).
24 Ha dimostrato, contro ogni tradizione, che ogni gioco è bello quando dura per sempre, o almeno per parecchio a colpi di fiducia (in barba ai franchi tiratori).
25 E’ riuscito a farsi fare da tutti gli italiani quello che Clinton è riuscito a farsi fare solo da Monica Lewinsky.

Ps: a me piace tantissimo anche il professore Brodo, Rondella, Talema e molti altri del centro sinistra. A me, in verità, piacciono tantissimissimo tutti i politici, da Perluskony e Didietro. Specie i politici e la politica di oggi.




« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Gaetano Guerrieri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gaetano Guerrieri, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: I giovedì di Sissi - 01 (Pubblicato il 27/02/2010 22:48:26 - visite: 1000) »

:: I napoletani rubano (Pubblicato il 21/11/2009 20:24:15 - visite: 1269) »

:: Alba rotta (Lento, lentissimo, mesto) (Pubblicato il 14/11/2009 20:46:00 - visite: 896) »

:: La rotondità chiamata gluteo (Pubblicato il 12/11/2009 18:01:46 - visite: 801) »

:: Il pene quella stupida testa di (Pubblicato il 03/11/2009 18:44:08 - visite: 1177) »

:: Hagher, Mogol e Lucio Battisti (Pubblicato il 25/10/2009 12:59:21 - visite: 1005) »

:: A Calliani non far sapere quant’è buono il ca(l)ci (Pubblicato il 16/10/2009 22:54:48 - visite: 1072) »

:: 50 mosse 88 passi 99 Posse (Pubblicato il 25/09/2009 13:44:24 - visite: 968) »

:: Partita di calcio su un letto a due piazze (Pubblicato il 18/09/2009 00:13:08 - visite: 900) »

:: Amare e ammirare (Pubblicato il 17/09/2009 17:22:11 - visite: 1022) »