Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 68 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Nov 10 18:41:34 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il Molino

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/09/2019 14:12:38

Il Molino

 

-Eminenza, Eminenza, stiamo per giungere! - sussurrò il monsignore all’orecchio del cardinale: costui si scosse dalla sonnolenza procurata dal dondolio della carrozza e guardò il religioso che gli sedeva di fronte.

- Stiamo per entrare nel territorio della Massa - continuò monsignor Agucchio.

L’abate, nonché commendatario di S. Maria in Regola, scostò la tendina e sporse leggermente la testa all’esterno: si stropicciò gli occhi per riuscire a intravvedere il Torrione del Castello in lontananza.

Quindi si ritrasse, fissò monsignor Agucchio e proferì con tono lievemente caustico:

-Ah, finalmente! Finalmente riceveranno la bella notizia! Finalmente sapranno di aver ottenuto ciò che vogliono, questi massesi!

- Credo che le saranno davvero grati, Eminenza! - la voce del monsignore, come al solito, era rassicurante - sono tre anni che ci inviano le loro suppliche. Già avevano iniziato col duca Cesare...

- Eh, sì,  me lo avete più volte ricordato. Tuttavia, devono avere ben chiaro che lo scolo delle acque è sempre stato un problema per questa comunità e la riattivazione del Molino non sarà priva delle sue conseguenze - il tono del cardinale Aldobrandini si era fatto più stridulo.

Si sentiva ancora leso nella concorrenza del suo Mulino di Bubano.

Scosto’di nuovo le tendine del finestrino per respirare l’aria esterna.

- Andiamo pure ad assegnare la concessione. Speriamo almeno che questi massesi siano timorati e convertiti uomini di Dio, tanto più che hanno dedicato la loro chiesa e la loro città a un Santo come Paolo!

- Sono certo - rimarcò il monsignore, osservando il cappello rosso posto sulle ginocchia del cardinale - che la comunità di Massa rifiorirà di energia nuova con la produzione del pane e inoltre l’abbazia di S. Maria in Regola potrà beneficiare annualmente di quelle 60 corbe di grano nel giorno della Beata Vergine Assunta.

-Un’opera di devozione, un’opera di devozione necessaria- commentò il cardinale. 

E il reverendo monsignore aggiunse:

-La data del principio pare propizia: domani sarà il 3 ottobre del 1600. Ottobre è il mese della semina e anche noi andiamo a seminare.

- Ah, monsignor Agucchio, voi siete un fine diplomatico! È voi che devono ringraziare questi massesi se avranno il loro Molino!

Il cardinal Aldobrandini a volte riusciva ad essere spontaneo.

Intanto la carrozza, che aveva percorso via S. Paolo, stava per svoltare in via Tiglio per fermarsi nello spazio antistante il Castello del governatore.

La piazza era gremita di gente tenuta a freno dalla milizia.

In prima fila si erano disposti i membri più autorevoli dei due consigli cittadini accanto al duca Cybo e agli esponenti del clero locale.

Il sole era già piuttosto alto sulla linea dell’orizzonte quando il Cardinal Aldobrandini e Monsignor Agucchio si disposero per incontrare i notabili della Massa.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: L’incontro (Pubblicato il 01/07/2019 18:59:30 - visite: 74) »

:: Doro (Pubblicato il 01/05/2019 14:06:49 - visite: 114) »

:: Il Risolutore (Pubblicato il 15/04/2019 11:47:28 - visite: 168) »

:: Lava (Pubblicato il 17/02/2019 15:36:22 - visite: 142) »

:: Spessore umano (Pubblicato il 08/02/2019 20:16:14 - visite: 134) »

:: Flora (Pubblicato il 27/01/2019 10:02:57 - visite: 165) »

:: Intonacato (Pubblicato il 21/01/2019 10:55:51 - visite: 181) »

:: Trame e reticoli (Pubblicato il 12/01/2019 12:15:31 - visite: 158) »

:: Solo un nome (Pubblicato il 06/01/2019 10:26:42 - visite: 167) »

:: Convivere (Pubblicato il 04/01/2019 11:05:37 - visite: 198) »