:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Attenzione, dal 18 al 29 luglio 2024 è prevista una prima parte di lavori di manutenzione sul sito LaRecherche.it pertanto non sarà possibile, in tale periodo, registrarsi o autenticarsi, non sarà possibile pubblicare, commentare o gestire i propri testi in nessuna forma ma sarà possibile solo la consultazione/lettura del sito ed eventualmente la eliminazione dell'utenza di chi ne farà richiesta. Una seconda parte è prevista dopo la metà di agosto, le date saranno comunicate. Ci scusiamo per l'eventuale disagio. Ovviamente se riusciremo ad accorciare i tempi lo comunicheremo.
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 171 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Jul 11 19:19:56 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Azzurro funebre

di Livia
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/06/2024 21:10:02

 

Azzurro funebre 

 

Era il viso di un combattente.

Nella penombra azzurrina quell’espressione scultorea giaceva immobile da 600 anni.

Immobili le membra, una volta ardite e scattanti. La dura disciplina alle arti di guerra lo avevano forgiato ai rigori delle campagne belliche, alle lunghe e rovinose giornate di battaglie, alla resistenza, al pericolo e alle mille insidie ed agguati degli eserciti nemici.    

 

Era il viso di un comandante d’armata che un abile scultore, probabile discepolo di Leonardo, aveva immortalato nella sua ultima impronta di giovinezza. La morte lo aveva colto nelle campagne di Ravenna nel 1512  mentre inseguiva un drappello di nemici.

Nel giorno di Pasqua di Resurrezione.

Tragico paradosso evocativo, che aveva spezzato per sempre la vita di un uomo.

 

Ma qualcosa in quel sonno reso eterno, rendeva il suo viso vulnerabile. Tenero, bello, dolce. Le labbra piene quasi morbide sembravano palpitare ancora di vita nonostante gli occhi fossero chiusi, come in attesa di risvegliarsi da un brutto sogno, come se la morte fosse solo l’invenzione di un artista scultore.

 

Mi avvicinai, attratta da quella luce filtrante e senza rendermene conto mi chinai e lo baciai.

Baciai le labbra di Gaston de Foix.

  

(2010) 

  

https://www.alamy.it/il-monumento-funebre-a-gaston-de-foix-comandante-dell-esercito-francese-ucciso-a-ravenna-nel-1512-fu-scolpito-da-agostino-busti-chiamato-il-bambaja-c-1480-1548-xv-secolo-nel-museo-di-arte-antica-del-castello-sforzesco-castello-sforzesco-di-milano-italia-image223588448.html

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Livia, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Livia, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dovrei vivere, adesso... (Pubblicato il 12/07/2024 18:40:13 - visite: 31) »

:: Soccorso alpino (Pubblicato il 05/07/2024 22:14:10 - visite: 49) »

:: Barche di carta (Pubblicato il 28/06/2024 16:16:02 - visite: 60) »

:: Ciao, Cesare (Pubblicato il 16/06/2024 13:48:14 - visite: 81) »

:: La donna degli astragali (Pubblicato il 10/06/2024 12:17:39 - visite: 76) »

:: Chiudi gli occhi (Pubblicato il 30/05/2024 17:51:42 - visite: 79) »

:: Okeanos (Pubblicato il 18/05/2024 02:04:36 - visite: 90) »

:: Il lago era di un colore blu petrolio (Pubblicato il 08/05/2024 01:48:31 - visite: 133) »

:: Storie di alveari (Pubblicato il 25/03/2024 21:47:49 - visite: 151) »

:: Fra la scrittura e la vita (Pubblicato il 08/02/2024 01:10:46 - visite: 175) »