Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

senza titolo

di Marisa Madonini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/10/2014 08:43:16

Mi pare che i grandi poeti, camminatori instancabili, voci impensabili di svelamento, siano anche moralisti, non nel senso di accusatori ma nel senso più proprio di chi osserva con attenzione il quotidiano o l’improvviso, ne studia le ragioni, ne valuta le conseguenze. Leopardi, Merini, Auden, Vaghenas, Pusterla… fanno parte di una schiera di scrittori man mano sdegnati, tormentati, lungimiranti, nostalgici, rapiti, disingannati, impegnati, resistenti.
Il poeta scova lo scarto rivelatore per battere la via degli innocenti e riavviare gli smarriti o realisticamente ammettere che lo smarrimento esiste come il dolore e l’impotenza e prendere atto della situazione dignitosamente e in verità. Egli inoltre prova a sottrarre la nostra vita più profonda alla piazza del mercato e a stendere qualche frantume di coscienza per muovere nel lettore un’ inquietudine fruttuosa e tenere viva la grande capacità dell’uomo di esprimere l’accensione vitale del pensiero critico. Ne nascono testi profondi, curiosi, giocosi, tristi, senza retorica che vanno letti bene e consegnati poi alla pausa e al silenzio. Succede che, inaspettatamente, alcuni versi rinascano e creino germogli, tracce mirabili, prove di ricognizione per epifanie, apparizioni di coscienza tra la luminosità naturale dell’uomo e l’altrettanto naturale oscurità, contrari necessari, after Blake, che già bene illustrava nelle originali incisioni o opposti poetici.




« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Marisa Madonini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Marisa Madonini, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: Come è per lo scrittore oggi? V. Woolf (Pubblicato il 07/05/2019 11:30:00 - visite: 248) »

:: ’L’amicizia pura’ lettere di Simone Weil (Pubblicato il 29/04/2019 18:32:44 - visite: 190) »

:: ’Caro immaginar’ (Pubblicato il 26/03/2019 11:09:09 - visite: 193) »

:: ...Una delle prime parole che imparò fu ’stelle’ ... (Pubblicato il 22/03/2019 11:18:52 - visite: 185) »

:: Condurre i veggenti (Pubblicato il 06/12/2018 13:44:05 - visite: 425) »

:: per non dimenticare: Hiroshima e Nagasaki (Pubblicato il 06/08/2018 13:10:58 - visite: 363) »

:: non dimentichiamo le ghinee (Pubblicato il 08/03/2015 09:28:01 - visite: 775) »

:: Debout! (Pubblicato il 19/11/2014 11:21:45 - visite: 633) »