Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 841 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri May 17 16:11:18 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Imperfetta

di Caterina Niutta
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/05/2012 09:57:04

Se mille volte, guardandoti allo specchio
quel riflesso par giunger da lontano
e in quell'immagine non ti riconosci,
solo una cosa può voler dire:
Non sei tu quella che vedi
ma quanto han fatto di te.
 E' il risultato d'una trasformazione
precisa e laboriosa.
Non sei l'angelo, di nessun focolare.
La fatina buona, dolce e bella.
Non vesti tanta perfezione.
Sei donna, madre, moglie
sei figlia e mille altri volti, icone di normalità.
Corri tutto il giorno
cercando di quadrare un cerchio
che a stento riesci a chiudere.
Sei demone, a volte, e altre benedetta,
angelo ribelle, percorri questa vita,
l'unica, la sola, che ti è concessa.
Chiudi gli occhi, Eva, guarda come sei fatta dentro,
di quale essenza è fatto il tuo cuore,
quell'angolo, dove alcuna mano s'è posata
e vivi, prima che giunga la notte.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Caterina Niutta, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Le foglie morte (Pubblicato il 11/10/2012 11:41:54 - visite: 1022) »

:: Stasi (Pubblicato il 02/09/2012 21:50:50 - visite: 909) »

:: Senza titolo (Pubblicato il 12/06/2012 22:32:41 - visite: 847) »

:: Nuvole (Pubblicato il 25/05/2012 23:17:36 - visite: 864) »

:: Rapid Eye Movement. (Pubblicato il 21/04/2012 22:19:00 - visite: 1067) »

:: Tacita intesa. (Pubblicato il 30/03/2012 23:41:10 - visite: 950) »

:: sentimento di sintesi (Pubblicato il 23/03/2012 20:36:36 - visite: 886) »

:: Prima che arrivi la notte. (Pubblicato il 02/03/2012 21:44:35 - visite: 1049) »

:: Essenza (Pubblicato il 01/03/2012 13:46:57 - visite: 858) »

:: Alienazione (Pubblicato il 29/02/2012 22:14:12 - visite: 870) »