Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
La classifica del Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
W.H. Auden, L’età dell’ansia, di Franco Buffoni | e-book n. 240]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 589 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Mar 23 20:55:42 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Un pizzico di follia 09/08/86

di Giorgio Bagnati
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/08/2012 10:42:06

Dai tuoi occhi un raggio di luce
e subito la mia mente
e' volata alla ricerca di vecchi miraggi,
perduti pensieri di una remota vita
tanto lontana eppure tanto vicina
per dimenticare.
Ed e' impossibile scordare il sogno
di un giorno d'amore
con te, solo un sogno...
Come vorrei, fare l'amore
con te,
ai bordi dell'acqua del mare
su quegli scogli scoscesi
restare poi ... soli
abbracciati in un tenero
gesto d'amore
mentre il tramonto
ricopre di luce e colori
i nostri corpi
bagnati dalle onde del mare.
Una mela proibita,
un peccato
il solo gesto di sfiorarti le labbra salate
e baciarti
come mai ho fatto e ...
sognare ... sognare.
Sognare di vivere
la mia vita con te
con quel pizzico di follia
che da' un senso alla vita.
Perche' tu sei quella follia,
tu ...
sei la mia vita.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giorgio Bagnati, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Bagnati, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Queste urla (Pubblicato il 27/08/2012 10:48:33 - visite: 910) »

:: Vorrei (Pubblicato il 27/08/2012 10:46:31 - visite: 1053) »

:: Il tuo viso (Pubblicato il 27/08/2012 10:44:43 - visite: 695) »