Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 877 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Apr 10 15:52:15 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

In questo stretto sentiero di sassi

di Abraxas
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 26/01/2013 07:22:25

E siamo ancora noi stanotte
a tenere in scacco la luna,
a respirare fiati salmastri
mentre gelidi venti sferzano
i cuori ribelli al tempo e all'età.

Ti voglio, mi vuoi: il gioco è qui,
è adesso che dobbiamo soffiare
emozioni nei giorni tutti uguali
che scandiscono la parte di vita
assegnata alle rughe e al tramonto.

È notte di tempesta e alta marea,
l'anima ha smesso di tacere,
archi, violini e piano suonano
melodie struggenti, un vuoto di stelle
nasconde l'amore a sguardi curiosi.

Ti amo, mi ami: può bastarci
in questo stretto sentiero di sassi.
Tra alte mura e precipizi,il cuore
sussulta, si agita, freme, esulta:
c'è un abbraccio a siglare la pace.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Abraxas, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Foci di voci (scritta insieme ad Antonia Vono) (Pubblicato il 06/09/2017 10:11:16 - visite: 211) »

:: Se il vento é muto (Pubblicato il 03/03/2017 08:38:37 - visite: 262) »

:: Talent (Pubblicato il 22/02/2017 06:52:42 - visite: 295) »

:: In gocce di veleno (Pubblicato il 22/02/2017 06:45:14 - visite: 288) »

:: Adieu, grazie, è stato niente (Pubblicato il 13/02/2017 07:47:17 - visite: 273) »

:: Al ballo dei poeti tristi (Pubblicato il 22/11/2016 09:30:01 - visite: 339) »

:: L’amore in quattro ragli e mille serpenti a sonagli (Pubblicato il 22/11/2016 09:23:11 - visite: 278) »

:: Appesa a una stella (Pubblicato il 10/11/2016 09:15:39 - visite: 410) »

:: Perché la vita non è eterna (Pubblicato il 10/11/2016 09:12:24 - visite: 272) »

:: La dea dei monti spogli (Pubblicato il 27/10/2016 14:06:22 - visite: 356) »