Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 961 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu May 9 22:21:21 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

il cielo troppo vicino

di Vlad
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/02/2013 00:44:49

(P.I)

 

 

è in questo silenzio che io ti dico.

 

 

 

 

 

 

 

I

 

 

Con il sole in tasca

Insieme a qualche pennello.

Vagavo scalzo per cieli neri

D’agosto.

e sete di sete.

 

Le tende della sera si aprivano  

Solo per illuminare il tuo volto.

 

 

 

II

 

- In primo luogo, tu.

Le tue mani, il tuo collo.

che fece crack in quella stanza buia,

in un recente ricordo.-

 

e sete di sangue.

 

- una musica-

 

in una cassetta di mele

i piedi di una danza.

 

Vorrei spingere oltre il cielo questo sole

E soffocarlo e spegnerlo, maledetto,

 

violento.

 

 

(mentre mi accorgo di giorni ormai morti

che non ebbero mai vita;

tortura: farli vivere adesso. )

 

(Mantenne la promessa, Thot

È lui che ha concesso ai morti

Milioni di anni di vita.)

io.

 

Bastardo.

 

III

 

Augia è morta.

Morta!

Ah, voci d’intorno!

Musica, siori!

 

andiamo.

Eravamo quattro bambocci a raccogliere

Sprazzi di cielo dopo mezzogiorno.

 

Foglie, squame, a ronzare come api

e lingua amica allungata

come tappeto spiegato dai capitelli istoriati,

 

alle stelle, ai soli ed i suoi raggi.

E tutti i me sono saliti lassù.

La testa! Prendete la testa!

 

Eracle, non si combatte solo con la spada.

- imbecille-

 

 

IV

 

- Finzione è la vita, non sai?-

amica mia,

frantumi, solo frantumi.

Di quelle mani di cristallo

Che indicavano un percorso

Non rimane che un palmo

Su cui soffiare per far crescere il vento

- e la fiamma-

maledetta

 

-acqua, ci vuole acqua. -

oh.

I3accano. 5t amo 50L0 andando in tilt

12AG10N1A|v|O

 

salire sull’elicona costò

enorme fatica? ma Lassù hai placato la tua

sete di eternità alla fonte di peGaso

(L’UBRIACO ISTILLA Piùù SOBRIETà)> , nevvero?>

 

sarò con te per sempre

- mai-

e mi lancerò.

la mia rincorsa è un tempo frenato.

 

E della rimozione di un senti:mento

- “in quanto processo privilegiato di tutti gli effetti di un segreto"

bevemmo le lacrime di Zeno.

- tutte-

 

mait source,

un gatto gigante messo di guardia alle fonti.

 

ebbene sì.

 

prepara tutto, amica mia.

voleremo lontano

voleremo via, voleremo in alto.

 

da tutto e tutti.

- ma non vedi il cielo troppo vicino?

Finirà che ci cadrà addosso.-

 

 

Spero non si faccia troppo male.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

driiiiiiiiiiiiiiiiiin driiiiiiiiiiiiiiiiiiiin

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Vlad, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: serapione (Pubblicato il 24/09/2016 00:43:14 - visite: 392) »

:: amai (Pubblicato il 08/08/2015 02:22:19 - visite: 522) »

:: amo te e i tuoi soldi (Pubblicato il 01/08/2015 00:39:56 - visite: 591) »

:: sposa (Pubblicato il 01/08/2015 00:33:18 - visite: 555) »

:: visita al cimitero (Pubblicato il 11/07/2015 14:52:01 - visite: 514) »

:: chi è che mi disse che strauss suona da dio? (Pubblicato il 11/07/2015 14:42:38 - visite: 539) »

:: in attesa di gutter (Pubblicato il 05/07/2015 00:24:56 - visite: 581) »

:: nei miei occhi è solo dipinta la tua voce (Pubblicato il 04/07/2015 02:17:39 - visite: 368) »

:: non dice mai che va via colui che non torna (Pubblicato il 04/07/2015 02:11:18 - visite: 359) »

:: il mio corpo è vergine da sempre (Pubblicato il 28/06/2015 01:19:44 - visite: 483) »