Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1220 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 18 12:46:49 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Nel Silenzio di Ninive

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 12 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/03/2013 20:48:51

"Gli uomini hanno perduto un volto, un volto irrecuperabile e tutti vorrebbero
essere quel pellegrino (...) che a Roma vede il sudario della Veronica e mormora
con fede: Gesù Cristo, Dio mio, Dio vero, così era dunque la tua faccia? (...)
Abbiamo perduto quei lineamenti come si può perdere un numero magico, fatto di
cifre abituali, come si perde per sempre un'immagine nel caleidoscopio. Possiamo
scorgerli e non riconoscerli".( Jorge L. Borges ) 

 

                                                                                                                                                  

                                                                                                                                                         

Crocifissione Bianca- M.Chagall

 

Pedra viva petra unta
dal labirinto
dalla coscienza del limite,
nella in.certezza che cresce

sul dolore infinito,
irriducibile: la sfida
dell'esistenza

di Dio

l'll morso
sulle frontiere scosse da un vento
che prende d'infilata la vita
"una brace,un pungolo,un tormento costante"
 
Nel silenzio,

Che non deride il dubbio,

Una Voce chiede di essere

"Riconosciuta" in preghiera

mentre cammina dentro Ninive.

e Resta. Crocifissione Bianca
dove la fedeltà è sempre

un cambiamento


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 12 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Le azzeruole #GiornoMemoria (Pubblicato il 27/01/2019 23:57:12 - visite: 153) »

:: Babij Jar #GiornoMemoria (Pubblicato il 26/01/2019 19:38:49 - visite: 138) »

:: Rayuela (Pubblicato il 24/01/2019 19:21:51 - visite: 148) »

:: Siamo stati angeli nell’acqua (Pubblicato il 04/01/2019 11:13:09 - visite: 222) »

:: L’acqua nascosta nel piccolo melo (Pubblicato il 30/12/2018 15:38:06 - visite: 126) »

:: La fragilissima (Pubblicato il 20/12/2018 10:07:49 - visite: 148) »

:: Più di un giungere soltanto (Pubblicato il 27/06/2018 20:18:20 - visite: 269) »

:: Pianete (Pubblicato il 05/06/2018 09:11:01 - visite: 251) »

:: Saliva celeste come un ricamo - Videopoesia (Pubblicato il 03/06/2018 22:55:00 - visite: 366) »

:: Noi (Pubblicato il 31/05/2018 01:11:06 - visite: 238) »