Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 958 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 18 05:35:02 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

’Queste non sono stelle’

di Maria Rita Mutolo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/05/2013 01:14:09

“QUESTE NON SONO STELLE”

Della stella che portate                                         

nessuno di voi, è la luce

ma l’arma radente, il laser

che punta dritto

dal cuore delle masse… ai pupi

 

ed è quello che siamo

senza coscienza, di esserlo

quello che saremo

convinti di “pensare”

al ragionare di opinioni vostre!

 

Ma all’impietoso incedere

del più rigido inverno

quando cadremo spogli

delle nostre facce

come fa l’albero nudo

voi ci rivestirete

con l’uniforme del nulla

perchè dell’ “altro”, ognuno

sia la sua esatta copia

 

snaturati così

alle radici dell’essere

secondo questi miseri schemi

persino l’universo, da noi

si ritrarrebbe muto

 

per questo, si è svuotata la vita

sento allontanarsi, il mondo!

Per questo, spedite e cupe

le nostre stelle incalzano!

 

Ma io, voglio guardare

il loro inganno in faccia

forse… il mio pupo

quest’oggi si alzerà col tuo

a denunciare il cielo

forse… stavolta grideranno

-“queste non sono stelle”- insieme

 smascherandovi tutti!

 

Dunque resterò qui, a guardare

resterò qui, a sperare in quanti  

nella coscienza di un uomo

torneranno alla propria pelle

lasciando decomporre, un pupo

nella fossa ancora calda

dell’orma, che uno di noi

si è finalmente ripresa

 

03/07/12


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Maria Rita Mutolo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ecce homo (Pubblicato il 16/05/2013 00:23:16 - visite: 885) »

:: Nulla di un’identità (Pubblicato il 15/05/2013 17:35:00 - visite: 785) »

:: Poesia sintetica (Pubblicato il 15/05/2013 17:13:08 - visite: 1195) »

:: Non essere, qui (Pubblicato il 11/05/2013 01:07:37 - visite: 757) »

:: Il nome (Pubblicato il 11/05/2013 00:59:02 - visite: 691) »

:: E così amarti (Pubblicato il 11/05/2013 00:50:58 - visite: 602) »

:: Nelle parole (Pubblicato il 07/05/2013 18:15:47 - visite: 888) »