Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
21 marzo - Giornata Mondiale della Poesia: La Poesia, i Poeti #poesiapoeti »
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATI I NOMI DEI FINALISTI
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 891 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Mar 21 22:39:36 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Foglie d’oro

di Luca Giordano
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/07/2013 13:29:48

È difficile confondere tra la folla

il mio corpo randagio per le strade,

visibile dai segni sulla pelle

dalla solitudine dello sguardo.

 

Mi aspetta solo la terra scura,

mia sposa violenta e innocente.

Non diresti di uomo il mio volto,

non è di donna il mio profilo

che insegue l’illusione di un oblio.

 

Del mio nome resta la nostalgia

dello sguardo benevolo degli inizi

essere uomo, amante, figlia, bambino,

ora gettato nella discarica

tra le cose inutili, rotte dalla vita.

 

Ma lo troverai tra le piccole cose

che tu potresti aver perduto:

un pomeriggio insieme, essere un padre,

avere un mestiere, incontrarsi,

essere amici.

 

Come la farina con il lievito,

con una fatica senza rumore,

insieme cresceremo,

la nostra storia profumerà

come pane buono del mattino.

 

Con un cuore più grande del corpo

nella penombra di una chiesa

ci scopriremo tarsi del mosaico,

foglie d’oro sul volto di Dio.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Luca Giordano, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Un alberello di risate (Pubblicato il 22/02/2018 11:20:58 - visite: 134) »

:: Il pranzo della festa (con il testo) (Pubblicato il 03/01/2018 13:07:29 - visite: 121) »

:: La grande festa (Pubblicato il 03/01/2018 12:21:06 - visite: 103) »

:: Prato d’inverno (Pubblicato il 14/12/2017 11:03:18 - visite: 131) »

:: I tuoi occhi saranno l’occasione (Pubblicato il 16/04/2014 13:15:55 - visite: 788) »

:: Imperdonabile è solo il silenzio (Pubblicato il 13/04/2014 23:05:55 - visite: 781) »

:: I tuoi occhi saranno l’occasione (Pubblicato il 12/02/2014 11:29:59 - visite: 710) »

:: Dal portico sul golfo (Pubblicato il 23/01/2014 23:58:32 - visite: 761) »

:: Sensi e vita (Pubblicato il 20/01/2014 13:49:08 - visite: 821) »

:: Rondine nella luce (Pubblicato il 07/01/2014 00:44:33 - visite: 860) »