Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 958 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu May 16 17:11:45 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Visione La visiòn

di Francesca Lo Bue
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/11/2013 18:15:06

Visione

Porta occhi vuoti e cristallini, fra alte ombre strane.
Tu mi darai il nascosto fiore bianco
e la chiave, maestra d’ombre.
Chi chiama nelle conchiglie dolci dell’aria, fra gli alberi smarriti?
e nella stella gelida che trema
fra le sperdute orme della cometa della sera?
Il poeta aspetta la brezza della parola irta di segni
nel fragile rosso del meriggio?
Trema umile il giunco sfinito.
Appena appena l’eco sorda d’un galoppo nella pianura.
Presagisce quella croce abbandonata?
Gocciola verde il muschio dal cherubino di pietra grigia

La visiòn

Trae ojos huecos cristalinos entre las altas sombras extrañas.
Tù me daràs la escondida flor blanca,
y la llave, maestra de sombras.
¿Qué es que llama en las caracolas de los aires, entre los àrboles extraviados,
y en la estrella helada que tirita
por la perdidiza huella de la cometa de la tarde?
El poeta ¿Espera la brisa de la palabra erizada de señales
en el fràgil rojo sediento de la canìcula?
Temblor sumiso del junco desfalleciente.
Apenas, apenas el eco del jinete en la llanura.
¿Què presagia la cruz abandonada?
Gotea verde el lìquen del querubìn de piedra gris.













« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesca Lo Bue, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La Finestra (Per il giorno della mamma 2019) (Pubblicato il 12/05/2019 11:41:41 - visite: 10) »

:: Il Libro Vissuto (per il Maggio dei libri 2019). (Pubblicato il 09/05/2019 10:52:14 - visite: 13) »

:: Il mestiere (El oficio) Per il giorno del lavoro 2019 (Pubblicato il 01/05/2019 10:10:23 - visite: 20) »

:: Un destino (Un destino) (Pubblicato il 19/04/2019 09:44:14 - visite: 32) »

:: L’anelito (El anhelo) (Pubblicato il 10/04/2019 10:33:53 - visite: 37) »

:: L’aqua (El agua ) Per la giornata internazionale dell’acqua (Pubblicato il 24/03/2019 09:39:49 - visite: 32) »

:: Amicizia (Amistad) (Pubblicato il 15/02/2019 10:08:48 - visite: 98) »

:: Fantasmi in croce (Fantasmas en cruz) (Pubblicato il 27/01/2019 10:30:51 - visite: 61) »

:: L’acqua (El agua) (Pubblicato il 19/01/2019 17:24:19 - visite: 61) »

:: La carezza dell’aria (La caricia del aire) (Pubblicato il 30/11/2018 12:00:45 - visite: 89) »