Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATI I NOMI DEI FINALISTI
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 971 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Mar 22 15:49:27 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Sordità

di Serenella Menichetti
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 10/12/2013 15:24:15

Dai, siedi sull'erba

ascolta l'immenso infinito

che brulica intenso di suoni.

La senti la voce ?

E' lieve, sottile, soave

ha note di cielo velate

si spegne ogni tanto e, poi tace.

 

Riprende, ed ancora ti sfiora

con timbri silvestri e marini.

Tintinni di gocce leggiadre

Din don di campane  intonate

che suonano assorte nel bosco

tra i rami dei tigli e dei pini.

 

Riecheggiano in mare ed in cielo

tra flutti infiniti e nel vento:

son nenie struggenti, lamenti

di nuvole, oppure dell'onde

che danzano dentro le sponde

di cieli e di mari violati.

 

Sul prato bagnato di brina

che brilla di stelle e di luna

si scioglie una voce argentina.

Ascolta....la senti ?

E' il dolce sussurro dell'erba

che chiama con voce  raccolta.

 

Ti esorta, all'ascolto

dI canti più puri !

Pregnanti di suoni ancestrali

vibranti nell' acqua e nell'aria

di luce di gioia e speranza.

Accorrete!

La terra inquinata e ferita

richiama con voce stremata

ogni uomo alla propria mansione.

 

Messaggi ignorati da molti

ben troppi gli uditi insensibili

sfuggenti al terrestre richiamo.

 

Frastornate e stordite le menti

son serrate all'immenso infinito.

Più non odono i suoni del vento

né del mare, neppure del cielo.

 

 

 

 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Serenella Menichetti, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Cittadino del mondo (Pubblicato il 04/11/2018 19:07:11 - visite: 70) »

:: Viaggio sotto le lenzuola (Pubblicato il 09/07/2018 13:28:35 - visite: 208) »

:: Celine (Pubblicato il 30/06/2018 10:11:06 - visite: 179) »

:: Ti raggiungerò tema autismo (Pubblicato il 23/06/2018 17:06:28 - visite: 191) »

:: Non sono più tornata (Pubblicato il 23/06/2018 10:47:46 - visite: 137) »

:: Dono (Pubblicato il 08/06/2018 09:14:52 - visite: 151) »

:: Profumo di rose (Pubblicato il 07/06/2018 17:39:51 - visite: 152) »

:: Ha chioma rossa (Pubblicato il 24/05/2018 10:23:02 - visite: 204) »

:: Cose vive (Pubblicato il 23/05/2018 13:46:58 - visite: 130) »

:: Un tavolo (Pubblicato il 26/04/2018 08:52:43 - visite: 165) »