Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANNIVERSARIO PROUST: 10 luglio 1871 - 10 luglio 2019
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 932 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jul 13 20:51:06 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La casa e le ossa

di Antonella Taravella
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/12/2013 10:22:39

Cosa resta della voce, o morte,
mimare l’aria segreta fra le
costole.

 

la casa e le ossa, ricordami di dirti
nella preghiera viva – piegata come la carta
insistere nell’evoluto – al volere di un pensiero

nella prima volta ti restarono il sole
la carne da pestare  all’angolo
nutrimento nel sapore
e nel letto sfilato - silenzio
distrutto

poi piccino mio principe – imbacuccato alla notte
fin sotto il mento
un grugnito di voci e storie
quanto il rapimento delle sirene

la corsa tirata per i capelli
nella terra percorsa dagli aghi
e poi bruciante come un singhiozzo
l’amore - chiodo calzato
nel ceppo amareggiato
del sale delle mie labbra

restami nell’ansa di cielo
che faccio con le mani


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Antonella Taravella, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Antonella Taravella, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’esilio attraversato (Pubblicato il 23/03/2013 09:47:12 - visite: 910) »

:: Segmenti di guerra (Pubblicato il 03/03/2013 22:49:00 - visite: 1010) »

:: L’inedita bestia che precipita nei limoni (Pubblicato il 12/02/2013 20:00:48 - visite: 918) »

:: L’omaggio rimane sul tavolo come un formichiere (Pubblicato il 16/01/2013 21:05:48 - visite: 947) »