Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATI I NOMI DEI FINALISTI
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 726 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Mar 22 22:08:32 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Non è lontano il tempo

di Gaia Ortino Moreschini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 18/05/2014 13:00:29

NON È LONTANO IL TEMPO

 
In una sera di maggio,
mi trovo assorta
a guardare l'ultimo 
spicchio di sole
che si adagia
sull'eco del giorno. 
 
Non è lontano il tempo
quando altri pensieri
riempivano l'aria,
ora muta dei colori
della giovinezza.
Quando le vele
delle emozioni
si gonfiavano
risalendo l'immaginario,
corteggiando il filo
di un lieve smarrimento,
a sfogliare ventagli
di inchiostri e magie. 
 
Quanti ricordi,
in queste primaverili ore,
mi siedono accanto,
quasi a riaprire porte
di stanze confinate,
racchiuse tra mura
sbriciolate da deserti silenzi.
 
E mentre scure nubi viaggiano
sull'indaco del tramonto,
mi stupisce ancora
l'odore dei limoni
che dal terrazzo sale
a trafiggere effimeri perduti,
a bisbigliare melodie sopite,
a riaccendere giocondi esordi;
 
mentre, 
come noce tra le mani,
rompo le ombre nette dell'oblio
e affranco,
nel respiro del presente,
il vibrare libero della storia. 
 
 
 
 
 
 
 
 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gaia Ortino Moreschini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Poi improvviso il sole (Pubblicato il 02/11/2014 10:42:55 - visite: 786) »

:: E quell’aria leggera (Pubblicato il 01/11/2014 02:02:21 - visite: 744) »

:: E me ne andrò col vento (Pubblicato il 26/10/2014 08:11:23 - visite: 715) »

:: Caos splendido (Pubblicato il 26/10/2014 08:03:09 - visite: 641) »

:: Monologo d’un’anima condannata a morte (Pubblicato il 26/10/2014 07:59:22 - visite: 540) »

:: La vita (Pubblicato il 08/09/2014 01:15:37 - visite: 686) »

:: Tempo tecnoillogico (Pubblicato il 20/08/2014 07:37:47 - visite: 850) »

:: I prodotti dell’orto quotidiano (Pubblicato il 11/07/2014 09:39:40 - visite: 821) »

:: Vorrei conoscerti (Pubblicato il 09/07/2014 15:09:30 - visite: 678) »

:: Con l’inchiostro dell’anima (Pubblicato il 05/07/2014 17:22:16 - visite: 858) »