Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 557 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Oct 7 18:10:33 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

il nodo

di Alessandro Martino
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 26/03/2016 22:37:23

Se avessi saputo

quante sono le cose che servono al cuore

avrei fatto posto agli ospiti e tolto gli armadi

sarei passato davanti allo specchio soltanto

per un breve sorriso col vassoio da offrire

-pacche sulle spalle, sorprese, parole taciute-

 

Se avessi saputo quanta ragione ha la follia

prima di diventare matto mi sarei detto calmati

non vedi che il cielo cambia, e che la notte pure

ha qualcosa che tiene per sé, e che la vita

nuoce solo a chi è infedele alla vita?

-Alzati e cammina per Dio, dannato pigro!-

 

Se avessi saputo

da subito quanto mi hai amato io te lo avrei detto

avrei ammesso tutte le colpe in un secondo

scaricato la montagna di insulti dietro l’angolo

e riportato solo l’uomo allegro, quello indifferente a tutto

tranne che all’amore, quello che ho sempre pensato

tanto sciocco da non capire

-e invece, ancora mi tiene.-

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alessandro Martino, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alessandro Martino, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: poveri si diventa. (Pubblicato il 23/12/2018 20:56:11 - visite: 131) »

:: A noi tutti (Pubblicato il 10/04/2018 00:09:21 - visite: 297) »

:: uomo in mare (Pubblicato il 11/02/2018 15:05:53 - visite: 254) »

:: una vita da concierge (Pubblicato il 05/01/2018 17:40:34 - visite: 199) »

:: sempronio.com (Pubblicato il 08/10/2017 22:21:03 - visite: 306) »

:: Oleografia (Pubblicato il 15/04/2016 22:30:54 - visite: 571) »

:: celeste (Pubblicato il 25/03/2016 21:18:04 - visite: 529) »

:: consumi (Pubblicato il 25/03/2016 21:02:03 - visite: 241) »

:: dolo (Pubblicato il 19/03/2016 22:29:20 - visite: 427) »

:: rare volte, solo per noia (Pubblicato il 19/03/2016 22:22:10 - visite: 491) »