Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 639 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jun 18 19:54:19 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

lascia che sia

di J.J. Tompson
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/12/2016 14:51:50

Perche ti stai preoccupando figliolo?
perché cerchi di scappare da te stesso
impegnando il tempo
a fare fare fare e ancora fare
qualsiasi cosa…
non che possa definirsi
del tutto sbagliato
certo,
ma riflettendo è solo
un modo per fuggire
da te stesso,
una prova estenuante per arrivare da
qualche parte
per scoprire poi che non era
come supponevi…
Il vuoto è terrificante
lo so,
ma solo se si guarda dall’alto….
Sei cosi preoccupato
che il circolo vizioso
dei pensieri ti esaurisce
così cerchi di placare quel rumore
secondo dopo secondo…
Non capisci vero figliolo?
non c'è molto da capire
non ce da starci a pensare
o filosofare;
Non non fai altro
che pensare ai tuoi pensieri
aggrappato ad una rete invisibile
come una scimmia in gabbia.
Come faccio a smettere di pensare
mi chiedi spesso….
Non pensarci è già pensarci..
è mettere un ostacolo in un fiume in piena…
la corrente aumenterà….
Lascia andare
lascia fluttuare come fa una nuvola in cielo
fluire come l’acuqua
di un ruscello montano…
Lascia che sia


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

J.J. Tompson, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: amare (Pubblicato il 06/01/2019 12:33:57 - visite: 75) »

:: polpette al sugo (Pubblicato il 30/12/2018 20:26:44 - visite: 77) »

:: Giorno conclusivo (Pubblicato il 14/10/2018 17:21:59 - visite: 148) »

:: Will be rewarded (Pubblicato il 10/10/2018 22:59:50 - visite: 111) »

:: incontro (Pubblicato il 17/03/2018 12:00:44 - visite: 168) »

:: comignoli fumosi (Pubblicato il 07/03/2018 17:49:23 - visite: 233) »

:: I am (Pubblicato il 26/02/2018 16:34:29 - visite: 282) »

:: happiness will come (Pubblicato il 29/10/2017 20:33:33 - visite: 275) »

:: Pallina matta (Pubblicato il 26/10/2017 11:36:02 - visite: 313) »

:: Finding (Pubblicato il 03/08/2017 11:49:25 - visite: 204) »