Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 234 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Dec 2 23:53:25 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

.Gramo a largo di una notte speciale.

di Benny Nonasky
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 18/02/2017 16:00:57

1.

Non ho più voglia d’altro, stasera. Le chiavi

sono andate perse; la mia casa violentata da

un amore che non reca le mie impronte.

 

Il cielo crolla su feti stesi fra lana

di pecore sgozzate per la festa del Signore.

(Lo anticipo e lo attesto: non risusciteranno.)

Tutto si accomoda sulle croci di domani.

 

Precisione.

Buon fabbro.

 

Le rondini e le nuvole capiscono quel che vedono:

larve umane spremute in un azzurro ciccione

e limpido. Fino a prima. Ora,

ora giusta. Crepuscolo.

Mare, mare mestruo di un altro giorno indifferente –

comunque vissuto e biasimato.

 

Così va la stagione, al crepuscolo.

 

2.

E D. non afferra. D. non apprezza. D. è

un robot sadico che strizza i calendari degl’anni

avvenire e stravolge l’ipotesi delle certezze.

Attraversa le mie pupille. Corrode la retina.

S’infila e spezza la safena delle mie

sdolcinate tenerezze.

                Vacca.

Latte del mio pene sprecato. Sesso:

timbro – Denominazione d’Origine protetta –

sulla definizione

TI AMO.

Ci riconosce. Rispecchia il mondo che modelliamo.

(una libertà ormonale latitante;

una rivincita carnale mediatica.)

 

E’ non c’è più voglia di nulla, avendo tutto.

Questo. Quello. Sorriso gengivale. Hopper. I

miei sogni. Il sarcasmo conseguente alla

truce realtà. E’ fuori misura, cazzo.

Esorbitante come l’ignifuga domanda: <<Mi ami?>>

Non dirla: la risposta potrebbe non essere

sufficiente per ammansire questo diluvio.

Scardina le difese.

La tormenta mi strapazza e appaga. Appaga

la morte. Quella morte per morire.

In questo. In quello. La morte. La morte muta.

Il silenziatore perennemente in canna.

Precisa.

Rassicurante.

Ahimè, ahimè, ahimè!

Credere perché così è richiesto dal copione.

Come farfalla schiacciata da un carro armato.

Come il distacco dai tuoi occhi.

                         Occhi:

differenze standard: uno verso il cuore,

l’altro verso la clavicola. Rotazione del sistema

orbitale racchiuso nel linguaggio ermetico

                            della ciglia.

 

<<Chi avrà mai la verità?>>

<<Chiedilo alla mia tecnica.>>

<<Chi avrà mai la verità?>>

<<Le versioni sono contrastanti. Ognuno

accondiscende a quella più consona

al suo invertebrato piacere.>>

 

3.

Così va la stagione al crepuscolo.

In sera riprenderà a palpitare la luna e noi

correremo nudi masturbandoci a vicenda

senza mai chiedere perdono – se questo è peccato.

Saremo gli eroi che la filantropia non enumera.

Unti e sinceri, schioderemo quei feti e li

accatasteremo edificando una statica torre

che sfidi ancora il cielo. Annoteremo

sui nostri dispiaceri: “Qui sempre parla una sola

lingua: la morte, la morte muta.”

 

E se il nostro giudizio si moltiplicherà,

creeremo una culla.

 

Dormiremo tu io. Ci ameremo e la luce che

partorirà da noi sarà orologio e altro me te

che viva il futuro che non, mai avremo.

 

E se questo non fosse semplice, creeremo un orto.

Lo coltiveremo tu io, seminando cuori per germogliare

minuscole zolle di passione venata.

Apriremo un bar.

Le serviremo come zucchero per il caffè.

Saboteremo il sistema orbitale.

Con queste. Con quelle. Ora,

nell’ora giusta.

 

D.

Come autotrofi. Come fotosintesi clorofilliana. D.

Non ho voglia d’altro, stasera.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Benny Nonasky, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Benny Nonasky, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: .13 odi per Lei. (Pubblicato il 18/02/2017 16:19:14 - visite: 443) »

:: .Quattordici eterno. (Pubblicato il 18/02/2017 16:17:20 - visite: 391) »

:: .Mama. (Pubblicato il 18/02/2017 16:15:57 - visite: 331) »

:: .1948 forever. (Pubblicato il 18/02/2017 16:13:50 - visite: 270) »

:: .La ballata di Michelle. (Pubblicato il 18/02/2017 16:12:19 - visite: 273) »

:: .Plutone. (Pubblicato il 18/02/2017 16:11:12 - visite: 379) »

:: .Meraviglia della luna. (Pubblicato il 18/02/2017 16:08:45 - visite: 251) »

:: .Il volo delle promesse. (Pubblicato il 18/02/2017 16:06:08 - visite: 227) »

:: .La litania. (Pubblicato il 18/02/2017 16:04:57 - visite: 214) »

:: .La lenza di Davide. (Pubblicato il 18/02/2017 16:01:48 - visite: 246) »