Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 624 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon May 27 07:12:40 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Rimangono solo le scarpe

di Maria Musik
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »



Questo testo ha una registrazione audio che l'accompagna, per ascoltare clicca su Play:

Clicca qui per visualizzare, di tutti gli autori, tutte le poesie con l'audio »

Pubblicato il 14/05/2017 09:58:37

http://www.repubblica.it/esteri/2016/05/11/foto/messico_in_mostra_le_scarpe_dei_desaparecidos-139575761/1/?ref=fbpr#8

 

Dedicata a Miriam Elizabeth Rodriguez, madre-coraggio uccisa dai narcos messicani il 10 maggio 2017, nel giorno in cui si celebrava la Festa della Mamma

 

 

oggi te lo ripeto

dopo essere entrata nella tua stanza

e, con un sospiro, averti lasciata

al sogno e al sole di un nuovo giorno.

oggi te lo ripeto

che tu sei Unica e che se rinascessi

mille volte

mille volte

non vorrei avere figli

vorrei che Tu fossi mia figlia

non altri.

tu sei Unica ma non l’unica.

 

troppi figli nel mondo non tornano

troppe madri nel mondo

appuntano occhi febbricitanti

su letti, stuoie o pagliericci

che ritrovano vuoti ogni mattino.

l’Argentina gli ha dato un nome

il Messico piange sua madre

ma i desaparecidos abitarono il mondo

e il mondo è il mercato della morte

e i Signori della morte si prendono tutto

non restituiscono i corpi

e condannano le madri

alla disperazione di una speranza inetta

per punirle di aver partorito l’innocenza

e le giustiziano per aver perso la speranza

ma non la Voce.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Maria Musik, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Amore sorride (Pubblicato il 24/02/2019 07:50:35 - visite: 101) »

:: In un altro mondo (Pubblicato il 17/02/2019 21:46:25 - visite: 126) »

:: Ninna Nanna (Pubblicato il 10/02/2019 17:58:34 - visite: 179) »

:: Non merito #GiornoMemoria (Pubblicato il 27/01/2019 12:13:16 - visite: 181) »

:: Tre Rose (Pubblicato il 22/12/2018 07:24:54 - visite: 145) »

:: 9 dicembre 2017 (Pubblicato il 09/12/2018 21:57:58 - visite: 139) »

:: Comunista! (Pubblicato il 29/07/2018 13:29:00 - visite: 307) »

:: Cose che si fanno nell’Equinozio d’Autunno (Pubblicato il 22/09/2017 19:47:05 - visite: 282) »

:: Che d’è ‘n anno? (Pubblicato il 27/03/2017 21:08:55 - visite: 351) »

:: Diritto d’ossimoro (Pubblicato il 18/03/2017 13:22:17 - visite: 438) »