Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 326 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Oct 4 12:43:47 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Trova le differenze

di Lorena Turri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/11/2017 09:12:22

Cosa fa una studiosa di metrica in una noiosa domenica afflitta da un forte raffreddore e non ha come passare la giornata?
Apre il manuale e cerca di studiare e capire il SONETTO RINTERZATO detto anche DOPPIO. Se ne fa un'idea storica (:-) ) e si cimenta in quel tipo di composizione, amenamente.

Fu ideato da Guittone d'Arezzo e un allora Dante ancora alle prime armi (dice Contini:- d'immaturità tecnica- su cui pongo le mie riserve) si cimentò in alcune composizioni di questo tipo ma con una variante, per cui si può parlare di Doppio e non più di Rinterzato. Dopo il Duecento nessuno scrisse più i rinterzati, segno che l'invenzione guittonania non era stata molto felice.

Primo esercizio (forma guittoniana):

LA VERA STORIA DEL SONETTO RINTERZATO E DOPPIO


Se ne stava Guittone nel convento
con un preciso intento:
mostrarsi artista colto e raffinato
e fare scuola per il suo talento
con un componimento
a cui nessuno avesse mai pensato.

Il Frà Gaudente giunse al compimento
di sé molto contento
- ché al gaudio s'era pure consacrato
dalla Madonna preso in rapimento -
- Io sono un gran portento! -
pensò alla fine del suo rinterzato.

Dalla Canzone aveva il settenario
qual grano di rosario
estratto e seminato in un sonetto.
E gli sembrò perfetto
a basamento del suo seminario.

Ma Dante, allievo e un po' bastian contrario,
all'insigne primario
cercò di dimostrar che quel sonetto,
perché fosse perfetto,
renderlo doppio era necessario.



Secondo esercizio (forma dantesca):

DI CUCINA COMMEDIA

Dopo aver rinterzato, stamattina,
di manzo una fettina
con del prosciutto, asparagi e un ovetto
di settenari ho farcito un sonetto
come un cuoco provetto
di moda guittoniana ed aretina

ma con una variante fiorentina
(pappata la chianina)
che prevede, per rendere l'effetto
del doppiaggio di rime nel versetto,
lo schema a incrocio stretto.
E' proprio una ricetta sopraffina!

Di me sarà felice il Padre Dante
che mi porrà dei Master Chef nel Cielo
per questo ardito zelo
e per la fedeltà di vera amante.

Da casalinga stilnovista aitante,
or che di fame m'è tornato un pelo,
il sonetto surgelo;
leggo l'Artusi e cuocio capesante!

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Lorena Turri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Lorena Turri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ci frega (Pubblicato il 27/11/2017 19:41:58 - visite: 451) »

:: Di questa vita (Pubblicato il 18/11/2017 14:50:16 - visite: 301) »

:: Antistress (Pubblicato il 16/11/2017 10:31:52 - visite: 408) »

:: Si spengono le luci (Pubblicato il 14/11/2017 11:05:14 - visite: 252) »

:: Nel meriggiare (Pubblicato il 12/11/2017 00:19:12 - visite: 341) »

:: Fanciullo sberleffo (Pubblicato il 11/11/2017 09:46:45 - visite: 252) »

:: Asefru (Pubblicato il 10/11/2017 01:18:02 - visite: 398) »

:: Uscire dalle mura (Pubblicato il 09/11/2017 09:55:39 - visite: 430) »

:: A bocca chiusa (Pubblicato il 08/11/2017 09:27:41 - visite: 470) »

:: Sentirai una voce (metasemantica) (Pubblicato il 16/05/2016 14:46:37 - visite: 759) »