Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 173 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue May 21 21:49:23 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mona Frida smile

di Ivan Pozzoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/06/2018 02:32:41

 

Pensavo di intraprendere una vita battagliera

bombardando il mondo in QWERTY dalla mia tastiera,

raddrizzando i torti della società tardo-moderna,

ombra di una valva sottratta al mitile della caverna.

 

Simulando attacchi alla BCE sfidare Re Cecconi

e finire a subir calunnie dai troll del web tipo Girolimoni,

capitolato davanti all’irrealizzabilità di una ricostruzione dopo il sisma

dell’arte metrica italiana, ritrovarsi a deterger colophon, novello enteroclisma.

 

Giunto il momento in cui ti chiedi il senso di studiare non arrivando mai a un Bompiani

la trasmissione dello scrivere risiede nella manomorta dei baroni,

col senso d’inadeguatezza d’esser Baratieri ad Adua

ti vince, all’improvviso, l’espressione seria di un chihuahua.

 

Mona Frida smile, Mona Frida smile

e la vita si trasforma in un Cirque du Soleil,

dove reciproco è il ruolo dell’animale

nell’anarchia d’uno scodinzolante Saturnale.

 

Mona Frida smile, Mona Frida smile

ti vien voglia di gridare a Berlusconi: «Heil!»,

habemus Fridam, abbaiar forte a San Pietro

e salutare i deputati alzando la zampa di dietro.

 

     [inedito, 2018]


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ivan Pozzoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il chihuahueño di Port-royal (Pubblicato il 24/08/2018 00:00:40 - visite: 192) »

:: I giornalisti (Pubblicato il 22/07/2018 00:48:10 - visite: 239) »

:: Chi ci capisce è bravo (Pubblicato il 20/07/2018 01:47:08 - visite: 181) »

:: La partitocrazia dei trolley è mediazione (Pubblicato il 06/06/2018 23:09:01 - visite: 208) »

:: Il tango del bandolero (Pubblicato il 06/06/2018 00:05:45 - visite: 213) »

:: Fuori dagl’ischemi (Pubblicato il 05/06/2018 00:22:38 - visite: 172) »

:: Me ne frego (Pubblicato il 04/06/2018 00:45:34 - visite: 206) »

:: Fiorello m’annoia (Pubblicato il 02/06/2018 00:01:53 - visite: 179) »

:: La page blanche (Pubblicato il 31/05/2018 23:27:50 - visite: 248) »

:: La malattia invettiva (Pubblicato il 30/05/2018 23:21:17 - visite: 176) »